Art. 677, 3° Comma c.p. rovina di edificio responsabilità

Lucio

Active member
Messaggi
39
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Sicilia
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. CDS WIN
In caso di rovina di edificio con pericolo per le persone, in ipotesi di reato cui all'art. 677, comma 3 c.p. non riesco a capire se la pena sia l'arresto + ammenda non inferiore ad € 309. Vengono comminate entrambe o una è alternativa all'altra?
Altresì per incorrere nel reato cui al 3° comma l'edificio deve realmente cadere causando danni alle persone o viene condannato il fatto potenziale e/o futuro di danno?
 
In caso di rovina di edificio con pericolo per le persone, in ipotesi di reato cui all'art. 677, comma 3 c.p. non riesco a capire se la pena sia l'arresto + ammenda non inferiore ad € 309. Vengono comminate entrambe o una è alternativa all'altra?
Altresì per incorrere nel reato cui al 3° comma l'edificio deve realmente cadere causando danni alle persone o viene condannato il fatto potenziale e/o futuro di danno?
"Se dai fatti preveduti dalle disposizioni precedenti deriva pericolo per le persone, la pena è dell'arresto fino a sei mesi o dell'ammenda non inferiore a euro 309.", per cui, se è vero che l'italiano è una lingua perfetta, la pena è alternativa (o l'una o l'altra, insomma). Io almeno la vedo così.

Per quanto riguarda la seconda parte, quanto riportato sopra evidenzia di fatto che "se dai fatti preveduti dalle disposizioni precedenti deriva pericolo per le persone", ovvero, se il proprietario o l'avente titolo, nel caso in cui un edificio una costruzione che minaccia rovina omette di provvedere ai lavori necessari per rimuovere il pericolo, viene condannato con l'ammenda, ovvero se c'è pericolo e non si provvede si viene condannati a prescindere dal crollo. E' sempre la mia interpretazione.​
 
Indietro
Top