Assenza di deposito pratica strutturale

Ale321

Well-known member
Messaggi
799
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Ciao,
per un intervento locale su una palestra di proprietà comunale un collega ingegnere ha predisposto il progetto esecutivo strutturale in comune (con tutti i documenti richiesti per un progetto esecutivo) senza però presentare il deposito strutturale vero e proprio nel comune stesso.

Premetto che il progetto era stato predisposto con il vecchio codice degli appalti e non con il nuovo.

Secondo voi e' corretto?

Grazie
 
Gli interventi locali rientrano negli "interventi di «minore rilevanza» nei riguardi della pubblica incolumità" (art. 94 bis comma 1 del DPR 380/2001) i quali, ai sensi dello stesso articolo non sono soggetti ad autorizzazione preventiva.

In sostanza per i lavori di minore rilevanza, ovvero per quelli privi di rilevanza, con esclusione quindi soltanto degli interventi classificati come rilevanti ex lett. a) del comma 1 dell’art. 94 bis, non è necessario ottenere preventivamente l’autorizzazione sismica da parte dei competenti uffici tecnici delle regioni, vale a dire dell’ufficio del genio civile competente per territorio.

In definitiva il Legislatore ha previsto per i lavori edilizi più semplici, un avvio dei lavori senza l’attesa di un’autorizzazione preventiva, rimanendo fermo da un lato l’obbligo del titolo abilitativo all’intervento edilizio, e dall’altro lato, la possibilità di effettuare controlli a campione ex. art. 94 bis t.u. ed. commi 4 e 5.​

Ti conviene comunque dare anche un'occhiata a quello che dice il regolamento regionale relativamente a questa tipologia di interventi.
 
per un intervento locale su una palestra di proprietà comunale un collega ingegnere ha predisposto il progetto esecutivo ... senza però presentare il deposito strutturale vero e proprio nel comune stesso.
...
Secondo voi e' corretto?


Ciao Ale321, ciao a tutti
Se si approfondisce la normativa sulla pubblica Amministrazione si scoprono delle sorprese clamorose.
Incredibilmente le stesse norme che vengono imposte ai cittadini dalle Amministrazioni vengono puntualmente derogate dall'Amministrazione stessa.
Ad esempio se andate al leggere la L 1086/71 che prescrive la Denuncia dei c.a. si scopre questo:
Denuncia c.a..jpg
Al punto 6 si legge che se il Comune ha un ufficio tecnico con a Capo un Ingegnere non è tenuto alla presentazione della denuncia dei c.a.

Analogamente un tecnico dipendente della Pubblica Amministrazione era abilitato alla presentazione di pratiche antincendio per conto della propria Amministrazione
Elenco professionisit antincendio.jpg
Io sonno stato Dirigente dell'Ufficio Tecnico, quindi ero un Tecnico idoneo per la presentazione di pratiche relative al Certificato di Prevenzione incendi per conto del Comune.
E' successo, però che mi sono licenziato.
Da quel momento non potevo più essere un Tecnico idoneo per la presentazione di pratiche relative al Certificato di Prevenzione incendi.
E' incredibile, ma è così.
Ovviamente ora la normativa si è evoluta e quelle norme non fanno più testo.
Tuttavia è frustrante scoprire che le Amministrazioni operano quasi sempre in deroga a quelle stesse norme che Loro impongono ai propri cittadini con sanzioni ed eventuali minacce di denunce alla Procura.
Quindi, Ale321, non ti stupire se non è stata fatta la Denuncia dei c.a.
Ti diranno che l'approvazione del progetto da parte del Consiglio Comunale può essere considerato anche deposito dei c.a.
Ciao a tutti
 
però in questo caso il deposito si fa comunque al Comune e non alla Regione
Credo (e chiedo conferma ad Ale321) che per "deposito strutturale vero e proprio nel comune" intenda la trasmissione del collaudo al SUE (Sportello Unico per l'Edilizia) come per legge. E' poi adempimento del SUE provvedere a "girare" la documentazione al Genio Civile di competenza, e molto dipende dal funzionamento dei vari sistemi telematici delle Regioni.​
 
Ad oggi, se è intervento privo di rilevanza si deposita al Comune, se è di minore rilevanza (es. int. locale) si deposita comunque al genio civile.
Però valgono le deroghe delle PA come detto da Betoniera
 
Credo (e chiedo conferma ad Ale321) che per "deposito strutturale vero e proprio nel comune" intenda la trasmissione del collaudo al SUE (Sportello Unico per l'Edilizia) come per legge. E' poi adempimento del SUE provvedere a "girare" la documentazione al Genio Civile di competenza, e molto dipende dal funzionamento dei vari sistemi telematici delle Regioni.​
Ciao Betoniera,
per deposito strutturale in comune, intendo il deposito presso il comune (cartaceo o informatizzato) di tutta la pratica strutturale ovvero modello di denuncia strutturale, tavole esecutive, relazione di calcolo, piano di manutenzione, inizio lavori, nomina collaudatore (se necessaria), piano di manutenzione , ecc...

Dove la maggior parte di questi documenti sono gia' stati consegnati nel progetto esecutivo
 
In sostanza è stato fatto un progetto esecutivo strutturale, approvato dal comune, senza depositare la relativa pratica strutturale al comune stesso (senza fare in sostanza la classica denuncia delle opere strutturali)
 
In sostanza è stato fatto un progetto esecutivo strutturale, approvato dal comune, senza depositare la relativa pratica strutturale al comune stesso (senza fare in sostanza la classica denuncia delle opere strutturali)
se l'intervento doveva essere depositato al comune o alla regione (non importa) e poi non è stato presentato allora è un problema sia per il progettista che per il rup che hanno eseguito un intervento senza progetto (se il progetto non viene presentato ufficialmente non esiste)
 
il progetto è stato fatto e protocollato con il progetto esecutivo ma la denuncia sismica che andava presentata in comune, o se edificio d'importanza rilevante o strategica al portale regionale non è stata presentata? il progettista strutturale è in errore
 
Indietro
Top