Azione del vento su strutture in CA

Ale321

Well-known member
Messaggi
809
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Buongiorno a tutti,
nel progetto di una villetta ad un piano fuori terra con struttura portante in CA (pilastri e travi in CA con solaio in latero cemento) occorre considerare l'azione del vento sui pilastri? Ed in copertura?

Grazie
 
Direi di fare innanzitutto riferimento alle NTC.
Quindi:
- devi tenere in conto i pesi propri?
- devi tenere in conto i carichi permanenti?
- devi tenere in conto i carichi variabili?
- devi tenere in conto i carichi eccezionali?
Per me la risposta è sì a tutte le domande.
 
Buongiorno a tutti,
nel progetto di una villetta ad un piano fuori terra con struttura portante in CA (pilastri e travi in CA con solaio in latero cemento) occorre considerare l'azione del vento sui pilastri? Ed in copertura?

Grazie
come già detto dall'ottimo trefolo66 la risposta alle tue domande è ovviamente sì...mi permetto solo di aggiungere che, l'ovvietà della nostra risposta si scontra poi anche con la pratica professionale, e nella mia esperienza di progettazione ho sempre riscontrato che nelle strutture in c.a. l'azione orizzontale del vento sui pilastri risulta sostanzialmente ininfluente rispetto all'azione sismica, quindi a meno di condizioni molto particolari di vento o strutture il vento passa in secondo piano nel dimensionamento di strutture in c.a., diversamente da quello che capita con strutture in acciaio dove si ribaltano un po' le cose e i pesi che fanno massa sismica (per edifici monopiano come il tuo) sono paragonabili all'azione del vento o addirittura più piccole diventando dimensionante il vento.
Cosa diversa per quanto riguarda la copertura, e mi spiego...anche se ho strutture in c.a., ma ho una copertura in legno il vento magari non lo inserisco nel mio modello di calcolo (sempre che ce ne sia uno), ma ne tengo conto per le verifiche locali della copertura stessa andando a verificare che il peso del pacchetto di copertura sia almeno uguale alla spinta in depressione (che tende a sollevare) della componente ortogonale del vento e nel caso non lo fosse mi vado a dimensionare i fissaggi che mi assorbono questa "spinta" negativa...
Dopo tutto sto pippone la faccio breve...se hai un modello di calcolo per la tua struttura io la spinta del vento nelle due direzioni principali la inserirei (tanto ormai i programmi ci permettono di farlo abbastanza agevolmente) e poi vedi in combinazione come ti cambiano gli sforzi sui pilastri
 
come già detto dall'ottimo trefolo66 la risposta alle tue domande è ovviamente sì...mi permetto solo di aggiungere che, l'ovvietà della nostra risposta si scontra poi anche con la pratica professionale, e nella mia esperienza di progettazione ho sempre riscontrato che nelle strutture in c.a. l'azione orizzontale del vento sui pilastri risulta sostanzialmente ininfluente rispetto all'azione sismica, quindi a meno di condizioni molto particolari di vento o strutture il vento passa in secondo piano nel dimensionamento di strutture in c.a., diversamente da quello che capita con strutture in acciaio dove si ribaltano un po' le cose e i pesi che fanno massa sismica (per edifici monopiano come il tuo) sono paragonabili all'azione del vento o addirittura più piccole diventando dimensionante il vento.
Cosa diversa per quanto riguarda la copertura, e mi spiego...anche se ho strutture in c.a., ma ho una copertura in legno il vento magari non lo inserisco nel mio modello di calcolo (sempre che ce ne sia uno), ma ne tengo conto per le verifiche locali della copertura stessa andando a verificare che il peso del pacchetto di copertura sia almeno uguale alla spinta in depressione (che tende a sollevare) della componente ortogonale del vento e nel caso non lo fosse mi vado a dimensionare i fissaggi che mi assorbono questa "spinta" negativa...
Dopo tutto sto pippone la faccio breve...se hai un modello di calcolo per la tua struttura io la spinta del vento nelle due direzioni principali la inserirei (tanto ormai i programmi ci permettono di farlo abbastanza agevolmente) e poi vedi in combinazione come ti cambiano gli sforzi sui pilastri
grazie...
la pressione esterna del vento sulla parete (di sopravento e di sottovento) dovrà poi essere combinata con la pressione interna giusto?
 
Come effetto sulla singola parete ovviamente sì, come effetto globale sull'edificio no (la pressione interna ha direzioni opposte sulle due pareti per cui l'effetto si annulla).
 
... intendevo come effetto sulla singola parete.
Cmq non è così semplice considerare le azioni del vento sulle pareti con tutti questi coefficienti....
 
Buon pomeriggio,

IngDan le ha risposto esaustivamente; mi permetto di aggiungere un consiglio di lettura CNR DT 207 R1 e, se vuole realmente capire -quantomeno a livello di effetto globale-, si trovi le densità spettrali di potenza e i relativi spettri di un sisma e di una tempesta di vento, li applichi a due edifici intelaiati "tipo" in c.a. e acciaio e, dalle caratteristiche geometriche e meccaniche, veda cosa esce fuori. Faccia poi lo stesso con la sua struttura.
 
Indietro
Top