Bibliografia acciaio

Lorenzo_Conte

Member
Messaggi
8
Professione
  1. Stud. /tirocin.
Anni esperienza
0-1
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Nessuno
Buongiorno a tutti,

Spero di essere nella sezione giusta. Volevo chiedere consigli bibliografici sulle strutture in acciaio. Ho già il Ballio e il Nunziata, me ne consigliate altri? Magari uno appronfondito di Bernuzzi (ne ha fatti molti ma non so se siano equivalenti ai due che ho).
Da privilegiare quelli che trattino i collegamenti e strutture miste.

Grazie a chi vorrà rispondere
 
Buongiorno a tutti,

Spero di essere nella sezione giusta. Volevo chiedere consigli bibliografici sulle strutture in acciaio. Ho già il Ballio e il Nunziata, me ne consigliate altri? Magari uno appronfondito di Bernuzzi (ne ha fatti molti ma non so se siano equivalenti ai due che ho).
Da privilegiare quelli che trattino i collegamenti e strutture miste.

Grazie a chi vorrà rispondere
ti consiglierei il bernuzzi. poi per strutture miste e collegamenti non sono male i testi della collana promozione acciaio. è apprezzato anche il testo del buon Simone Caffè per i collegamenti (non l'ho mai avuto in mano se non per 3minuti per sfogliare la copia di un amico). comunque di acciaio di testi validi se ne trovano molteplici, ed ogni persona ed ogni "regione" consiglia il suo mostro sacro di riferimento. penso però che tutti possono dire che il ballio&mazzolani sia già una OTTIMA base.

per i collegamenti, lastre ortotrope e la torsione sono molto buone le vecchie dispense Italsider/cisia. normativamente sicuramente superate ma per capire come ricavare la ripartizione degli sforzi, son perfette
 
Grazie mille, magari di quelli che prendo posto l'indice qui. Perché tante volte ci si trova a comprare su amazon a scatola chiusa.
 
un libro molto utile, per la grande praticità (sempre gustificata teoricamente) è quello di Benedetto Cordova
 
un libro molto utile, per la grande praticità (sempre gustificata teoricamente) è quello di Benedetto Cordova
un libro che la prima volta che lessi rimasi deluso .. pochi modelli di calcolo. poche arzigogolazioni, niente analisi non lineari, niente modelli fem a plate o brick del nodo.

poi dopo un paio di anni lo rilessi. lo rilessi lo rilessi e adesso è talmente consunto, sottolineato e usato a giorni alterni per lavoro (soprattutto la pagina con le quantità di acciaio a metro quadro per tipologia di struttura), i metodi di predimensionameto al volo per schemi piani di un piperack o un capannone ... tornare a usare la scienza delle costruzioni mi ha fatto amare il mio lavoro e fatto pensare e rivalutare tantissimo Cordova e il testo. pochi sofismi ma controllo totale di quello che si sta facendo, con solide basi teoriche
 
Fra quelli in italiano, consiglierei almeno quello della Iuss Press sulle costruzioni in acciaio in zona sismica. Puoi anche guardare qualcosa della promozione acciaio, se ti interessi a delle problematiche specifiche tipo interventi sull'esistente etc.
Esempio: se ti interessano le strutture miste, o sui tubolari, quelli della promozione acciaio mi paiono buoni libri, ma ammetto che li ho usati poco.

Per i collegamenti invece non saprei troppo come consigliarti: so che Rugarli ha scritto un libro specifico sull'argomento, ma dovrebbe essere in inglese e decisamente avanzato. Per i nodi di base invece è un bel casino, visto che nessun libro in acciaio mi pare tratti in maniera degna tutte le problematiche dell'eurocodice 2-4. L'unico autore "acciaista" che tratta l'argomento un po' meglio è il prof. Wald (Praga), ma in inglese sempre. Sul sito del software creato dalla sua equipe (Ideastatica) puoi comunque trovare del materiale.

Fra i libri in inglese mi sento di consigliare l'Englekirk, specie in fase di design. Per i tubolari, le guide CIDECT che son pure gratuite. Poi ve ne sono anche altri forse troppo avanzati, e direi che a quel punto non hai più bisogno di chiedere su un forum...

Direi che hai abbastanza adesso 😂
 
Ultima modifica:
Jager : ... spero di no, ma anche una bella grammatica di inglese. Sapere l'inglese dovrebbe essere dato per scontato
 
Jager : ... spero di no, ma anche una bella grammatica di inglese. Sapere l'inglese dovrebbe essere dato per scontato
Oramai leggere solo i libri in italiano è molto limitante: l'offerta bibliografica è spesso limitata (non mi pare d'aver ancora trovato un libro decente di sismica... il Petrini magari fa qualcosa, ma è piccino picciò) e direi che anche il francese è decisamente utile.
 
Oramai leggere solo i libri in italiano è molto limitante: l'offerta bibliografica è spesso limitata (non mi pare d'aver ancora trovato un libro decente di sismica... il Petrini magari fa qualcosa, ma è piccino picciò) e direi che anche il francese è decisamente utile.
quote
 
a completamento vorrei aggiungere che leggere le norme nelle varie lingue fornisce la terminologia tecnica esatta che lo studio (scolastico) della lingua generalmente non fornisce
 
Indietro
Top