Cambio di destinazione d'uso con demolizione e ricostruzione

Mastriko

Member
Messaggi
5
Professione
  1. Dipendente
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Campania
CAD/BIM
  1. Autocad
  2. Revit
Soft. strutture
  1. Nessuno
Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum, mi sono iscritto perchè avrei bisogno di una informazione: ho presentato in comune al mio paese circa 1 mese fa una pratica edilizia per la ristrutturazione con demolizione e ricostruzione di un vecchio casolare rurale, accatastato in parte come C2 ed in parte C6 con cambio di destinazione d’uso a fine lavori per trasformarlo in abitazione residenziale. Ora i tecnici comunali che in una fase di preanalisi dell’intervento si erano sempre espressi positivamente alla fattibilità dell’intervento, hanno fatto delle osservazioni e bloccato la pratica in quanto asseriscono che l’immobile esistente che dovrà essere demolito ha un’altezza pari a 2,40 m e quindi non costituisce volume utile ai fini del cambio di destinazione d’uso (questo ai sensi del piano Casa Campania). Ho consultato vari colleghi ingegneri civili che hanno ribadito che tale requisito (di altezza utile), non sussiste nel caso in esame in quanto l’immobile esistente che è un deposito agricolo verrà demolito e ricostruito con altezza minima 2,70m. E quindi il cambio di destinazione d’uso in questione è ammissibile a seguito dei lavori previsti. Voi come vedete questa storia. Premetto che l’intento è quello di chiedere l’incentivo del sismabonus per effettuare tali lavori di ristrutturazione.

Grazie a tutti per qualsiasi info,

Saluti e buona giornata.
 
se ho ben capito forse il problema è che la destinazione d'uso prevalente attuale non è residenziale ?
 
Si esatto. Ma io ho chiesto il cambio di destinazione d'uso proprio per questo motivo.
 
Dovresti verificare com'è valutato il Volume (a fini urbanistici) nella tua Regione.
Ad esempio dalle mie parti non è considerato Volume le porzioni di edificio con altezza utile media inferiore a 1.80m.
Magari nella Legge Regionale o in qualche regolamento specifico, è descritto com'è calcolato il Volume e lo stesso immobile potrebbe non essere considerato volumetrico (dubito).

Se il volume invece è a contato a 2.40m la parte che ti serve per raggiungere i 2.70m diventa ampliamento (a meno che ad esempio tu ricostruisca a parità di volume totale)
 
leggevo l'articolo 2 della legge regione Campania 19/2009 (nel testo aggiornato) e sul fatto dei 2,40 m dice solo questo:

"d) per superficie lorda dell’unità immobiliare si intende la somma delle superfici delimitate dal perimetro esterno di ciascuna unità il cui volume, fuori terra, abbia un’ altezza media interna netta non inferiore a metri 2,40"
 
leggevo l'articolo 2 della legge regione Campania 19/2009 (nel testo aggiornato) e sul fatto dei 2,40 m dice solo questo:

"d) per superficie lorda dell’unità immobiliare si intende la somma delle superfici delimitate dal perimetro esterno di ciascuna unità il cui volume, fuori terra, abbia un’ altezza media interna netta non inferiore a metri 2,40"
Si ho letto anche io tale definizione, pero nel mio caso dove il piano casa Campania Parla del cambio di destinazione d'uso in zona agricola, mi pare sia l'Art 6.2, non c'è nessun riferimento al volume lordo, e in ogni caso il mio fabbricato è alto 2,40 m. Grazie comunque della risposta.
 
Indietro
Top