Come attribuire le categorie prevalenti di un lavoro pubblico?

Ale321

Well-known member
Messaggi
805
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Ciao a tutti,
come faccio a definire gli importi delle categorie prevalenti di un appalto pubblico?
Supponiamo 100.000,00 € di importo lavori da computo metrico e supponiamo che ci siano interventi di edilizia (ad es. cat. E20), interventi strutturali (ad es.S.03) ed impianti (IA.02).

Per ogni singola voce del computo devo identificare se appartiene alla cat. E20 o S.03 o IA.02 e quindi alla fine saprò ad esempio 50.000 € in E20 - 30.000 € in S.03 e 20.000 in IA.02?

Dalla singola voce di prezziario regionale (con un programma ad es, con Primus della Acca) non e' possibile identificare in automatico la categoria della stessa?

Voi come fate?

Grazie
 
La cosa più semplice è crearti una suddivisione di Super-Categorie di primus corrispondenti alle categorie di lavori e nella composizione del computo inserisci le varie voci all'interno della corrispondente Super-Categoria in modo che alla fine avrai in automatico la suddivisione dei vari importi.
La cosa antipatica di dover agire in questo modo è il dover determinare da subito se una lavorazione appartiene a una categoria o ad un'altra (cosa che non per tutte le lavorazioni è sempre scontata) ed inoltre magari dovrai inserire più volte la stessa voce per categorie diverse. Per fare un esempio, gli ancoraggi chimici, magari li dovrai inserire tre volte, una per le strutture, una per le opere edili ed una per gli impianti. O per fare un'altro esempio, gli scavi li inserisci sotto la voce opere edili o strutture?E gli scavi per passaggio di condotte impiantistiche?
In sostanza la cosa è gestibile ma richiede qualche riflessione in più
 
grazie... quindi sono io che durante la composizione del computo identifico la Super Categoria per ogni singola voce.
Effettivamente alcune volte e' difficile identificare se la singola voce (la lavorazione) appartiene ad una categoria o ad un altra. Tipo i ponteggi appartengono alla categoria Edilizia o strutture? E come di ci tu, gli scavi?.... un bel casino
 
Non uso Primus e non mi occupo di appalti pubblici, però mi viene in mente di dividere tu le varie voci in categorie (es. 1 Opere edili, 2 Opere strutturali, 3 Impianti) da qui, ogni voce che inserisci farà il suo "subtotale di categoria".
 
... si certo, credevo che in base al codice della lavorazione, dal prezziario Regionale, si potesse subito ricavare la relativa categoria.
Ma non e' fattibile perché la singola lavorazione va calata sul progetto.

E i ponteggi e gli scavi in quale categoria vanno messi?
 
... si certo, credevo che in base al codice della lavorazione, dal prezziario Regionale, si potesse subito ricavare la relativa categoria.
Ma non e' fattibile perché la singola lavorazione va calata sul progetto.

E i ponteggi e gli scavi in quale categoria vanno messi?
Per quanto riguarda i ponteggi vanno inseriti tra i costi della sicurezza, infatti dal T.U. 81/08
nell’Allegato XV punto 4 “STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA” punto 4.1.1 lettera a) sono menzionati gli “apprestamenti previsti nel PSC”, nell'Allegato XV.1 comma 1 "Gli apprestamenti comprendono: ponteggi; trabattelli; ponti su cavalletti; impalcati; parapetti; andatoie; passerelle; armature delle pareti degli scavi; gabinetti; locali per lavarsi; spogliatoi; refettori; locali di ricovero e di riposo; dormitori; camere di medicazione; infermerie; recinzioni di cantiere." pertanto il ponteggio è un costo della sicurezza senza dubbi.
Oltre questo l’ANAC nella Determinazione n. 4 del 2006 ha chiarito come vadano considerate le opere provvisionali, tra cui rientrano anche i ponteggi, indicando che queste devono essere inserite nel capitolo della sicurezza ed i relativi costi non devono essere soggetti a ribasso.

Per quanto riguarda gli scavi io generalmente a meno di casi particolari li inserisco in OG1. Questo perchè inserire tali importi sotto altre categorie, (dato che spesso non sono importi insignificanti) potrebbe portare a ricadere in livelli di importo superiori per categorie speciali, con la conseguenza di escludere imprese che non raggiungono tali livelli di importo e facendo venir meno (senza ragioni effettive) il principio della massima partecipazione alle gare d'appalto. Poi ovviamente ci sono casi particolari nei quali tali voci possano essere lecitamente inserite in altre categorie, ma nel 99% dei casi l'approccio che uso è inserirli in OG1.
 
Per quanto riguarda i ponteggi vanno inseriti tra i costi della sicurezza, infatti dal T.U. 81/08
nell’Allegato XV punto 4 “STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA” punto 4.1.1 lettera a) sono menzionati gli “apprestamenti previsti nel PSC”, nell'Allegato XV.1 comma 1 "Gli apprestamenti comprendono: ponteggi; trabattelli; ponti su cavalletti; impalcati; parapetti; andatoie; passerelle; armature delle pareti degli scavi; gabinetti; locali per lavarsi; spogliatoi; refettori; locali di ricovero e di riposo; dormitori; camere di medicazione; infermerie; recinzioni di cantiere." pertanto il ponteggio è un costo della sicurezza senza dubbi.
Oltre questo l’ANAC nella Determinazione n. 4 del 2006 ha chiarito come vadano considerate le opere provvisionali, tra cui rientrano anche i ponteggi, indicando che queste devono essere inserite nel capitolo della sicurezza ed i relativi costi non devono essere soggetti a ribasso.

Per quanto riguarda gli scavi io generalmente a meno di casi particolari li inserisco in OG1. Questo perchè inserire tali importi sotto altre categorie, (dato che spesso non sono importi insignificanti) potrebbe portare a ricadere in livelli di importo superiori per categorie speciali, con la conseguenza di escludere imprese che non raggiungono tali livelli di importo e facendo venir meno (senza ragioni effettive) il principio della massima partecipazione alle gare d'appalto. Poi ovviamente ci sono casi particolari nei quali tali voci possano essere lecitamente inserite in altre categorie, ma nel 99% dei casi l'approccio che uso è inserirli in OG1.
Grazie.
Ok per i ponteggi da inserire nei costi della sicurezza, infatti non sapevo mai dove inserirli. Così facendo però si alza di un bel po' l'importo degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.

Per la suddivisione delle voci nel computo metrico tu fai riferimento giustamente alle categorie dei lavori (OG1-OG3-OS... ) io invece sbagliando alludevo alle categorie dei servizi (ad es. E.20 o S.03 o IA.02) perché le categorie dei servizi mi servirebbero a fine progettazione per richiedere all'ente pubblico il certificato di esecuzione dei lavori con gli importi suddivisi per le varie categorie di servizi.

Domanda
In un progetto definitivo e/o esecutivo per conto di un ente pubblico , la suddivisione delle voci per categorie di Lavoro, va sempre fatta??

E' il primo lavoretto pubblico che faccio e quindi non so come muovermi...

grazie
 
In un progetto definitivo e/o esecutivo per conto di un ente pubblico , la suddivisione delle voci per categorie di Lavoro, va sempre fatta??
secondo me si, ad ogni modo al tuo contratto sarà assegnato un RUP o un DEC (che opera sotto le direttive del RUP) al quale puoi fare tutte le richieste di chiarimento in merito a come vogliono che vengano redatti i documenti di progetto, su molti probabilmente ti lasceranno carta bianca, ma riguardo a quelli economici sicuramente avranno indicazioni specifiche da darti.
 
Ti chiedo ancora una cosa.
Come redigo il capitolato speciale d' Appalto? Sono obbligato a rivolgermi ad una software house? So che Primus C dell' Acca redige i capitolati speciali . Me lo consigli? Mi lancio nell'acquisto per poi usarlo 1 volta sola in 10 anni? :(
 
Ti chiedo ancora una cosa.
Come redigo il capitolato speciale d' Appalto? Sono obbligato a rivolgermi ad una software house? So che Primus C dell' Acca redige i capitolati speciali . Me lo consigli? Mi lancio nell'acquisto per poi usarlo 1 volta sola in 10 anni? :(
Ti darò una risposta che non ti piacerà....io lo compilo a mano...Se vuoi cimentarti anche tu ma non sai come fare puoi aiutarti prendendo capitolati (che reputi fatti bene) relativi ad appalti simili al tuo e prendere spunto. Personalmente lavoro molto di pugno mio e sfrutto poco le cose "automatizzate" che offrono molti software. Poi dipende anche dalle dimensioni dell'opera e dalla complessità. Considera anche che spenderci molto tempo la prima volta è un investimento per il futuro, perchè poi molte cose le potrai riutilizzare in futuri lavori.
 
Indietro
Top