Conto termico e variazione catastale

BobbyZ

Member
Messaggi
10
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
5-10
Regione
  1. Liguria
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Nessuno
Ho questo dubbio: nel conto termico viene chiesta la data di accatastamento. Ho un edificio con atto di accatastamento nel 1977. Però nel 2015 sulla visura catastale storica appare una "variazione per diversa distribuzione degli spazi interni". Quale data devo inserire sul conto termico secondo voi? Grazie
 
per me la data di primo accatastamento, perché è indicativa delle caratteristiche costruttive del fabbricato (ad esempio forse l'edificio è successivo alla legge 373 del 1976); e quella variazione, essendo riferita a sole variazioni interne forse non ha avuto nemmeno influenza sulle caratteristiche energetiche dell'edificio

P.S. dovevo premettere che non riesco più a capire le attuali normative, piene solo di acronimi, sigle ecc. incomprensibili, e di richieste di informazioni altrettanto incomprensibili perché non ne è chiarito lo scopo. Cartesio diceva nella sua prima regola: non accettare per vero se non ciò che si presenta alla mente in maniera chiara e precisa
 
Indietro
Top