Controventi su pareti finestrate in strutture metalliche

Strallo78

Member
Messaggi
6
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Emilia-Romagna
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. CDS WIN
Buongiorno a tutti,
mi chiedevo se la seguente soluzione di realizzazione dei controventi di parete (su pareti finestrate) sia corretta non trovando alcun riferimento su questa soluzione in letteratura tecnica.
Spero sia chiaro: comunque per i piatti inseriti ho effettuato un equivalenza in area resistente con quella dei tiranti in tondi risultanti da calcolo (ipotizzando inizialmente la parete tamponata e il controvento classico a croce di sant'andrea); la cerchiatura della finestra sarà realizzata mediante piatti singoli collegati mediante bullone singolo M20).
Grazie
IMG_20240704_112514.jpg
 
Tu vorresti dire che quella al centro è la finestra?
Io ho l'impressione che durante il moto orizzontale, il quadro centrale si atteggerà con una forma di tipo romboidale. Quindi andrà almeno a comprimere il vetro su una diagonale. Addirittura, a seconda di come è collegato il vetro, potrebbe venire messo in trazione sull'altra diagonale.
Risultati: possibile cricche nel vetro o completa rottura del vetro. Dipende molto dal moto orizzontale.
Può essere che un edificio basso (quindi effetti del vento trascurabili) in zona a bassa sismicità porti ad azioni orizzontali talmente basse da non essere rilevante.
Onestamente: io eviterei questa realizzazione. Andrei piuttosto a rinforzare gli angoli del telaio. O se proprio devi, meglio realizzare una cerchiatura. Insomma il vetro non deve essere schiavo delle deformazioni dell'edificio.
 
In realtà pensavo di creare degli appositi giunti intorno alla struttura in modo da consentirne la deformazione (da calcolo comunque contenuta) senza coinvolgere la struttura della finestra. Le pareti saranno tamponate a secco con materiale isolante.
 
A naso direi che proprio non funziona: il principio è che il controvento teso CONTENGA il campo di telaio nella quale è inserita. Mettere questo quadratino al centro fa sì che prima dell'attivazione effettiva del controvento, vi dovrà essere una deformazione omotetica a quella del campo di telaio esterno, pertanto vai a ridurre l'efficacia globale del contenimento laterale. Non ho fatto alcun calcolo sia chiaro, ma solo un'ipotesi di funzionamento a naso. Te ne puoi anche accorgere ipotizzando che tale maglia centrale diventi sempre più grande fino ad essere quasi come il campo controventato: avanti che si attivi il sistema, sai che deformazioni devi avere? In ogni caso, la finestra non la proteggi.

Fare dei controventi a portale o a V?
 
Nella foto si vedono 3 tipi di controvento.
In alto c'è il controvento a X.
In basso a destra c'è il controvento americano.
In basso a sinistra c'è il controvento a K.
Per salvaguardare le finestre devi usare il controvento americano
In alternativa puoi mettere due diagonali negli angoli, ma è meno efficace.
Ciao.
Controvento2.jpg
 
Ultima modifica:
Ciao,
hai provato a fare un'analisi cinematica dello schema strutturale che hai disegnato ?
Non vedo i vincoli al contorno, ipotizzo 4 cerniere a terra in corrispondenza del telaio su cui si innestano i piatti diagonali, mi sembra che ci sia almeno un atto di moto possibile di cui posto uno schema.
Sbaglio qualcosa ?
 

Allegati

  • Notes_240706.jpg
    Notes_240706.jpg
    213,4 KB · Visualizzazioni: 9
per le controventature in generale vedi anche su questo stesso sito : INGWIKI - collana Italsider e simili- a - controventature nelle strutture prefabbricate //// - b- controventi negli edifici civili in acciaio //// c- strutture in acciaio per l'edilizia civile e industriale
 
Ciao,
hai provato a fare un'analisi cinematica dello schema strutturale che hai disegnato ?
Non vedo i vincoli al contorno, ipotizzo 4 cerniere a terra in corrispondenza del telaio su cui si innestano i piatti diagonali, mi sembra che ci sia almeno un atto di moto possibile di cui posto uno schema.
Sbaglio qualcosa ?
La maglia centrale non ruota rigidamente, ma si deforma
 
la maglia attorno alla finestra è un quadrilatero articolato. è una struttura labile, come han già detto i colleghi.

Sottoscrivo quando proposto dal @Betoniera, i controventi americani li uso spesso proprio per lasciare "spazio libero" sotto. hanno altre problematiche, ma in generale è una buona soluzione
 
Indietro
Top