Distacco da impianto termico centralizzato: Legge 10/91 e CILA?

feva79

Nuovo iscritto
Messaggi
2
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Toscana
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Nessuno
Buongiorno a tutti, vi sottopongo il seguente argomento, spernado che a qualcunbo sia già capotato o ci abbia già ragionato su. Distacco da impianto centralizzato che serve 2 appartamenti, mediante installazione di una nuova caldaia a servizio di uno dei 2 appartamenti, mentre per l'altro appartamento viene lasciata la caldaia presistente. Il cliente che mette nuova caldaia mi chiede, se secondo me:
1) l'intervento è agevolabile come manutenzione straordinaria (detrazioni 50%); naturalmente essend distacco da centralizzato gli ho già detto e concorda, che il 65% non è applicabile
2) se rientra in attività edilizia libera e se basta una autodichiarazione del cliente che non occorrano titoli abilitativi. Su questo nutro dei dubbi più forti, ovvero:
- servirà Legge 10 in quanto si va a creare un nuovo impianto autonomo, anche se impianto di distribuzione/emissione rmane lo stesso ma staccato dall'altro?
- se occorre, servirà solo per appartamento dove si mette nuova caldaia o per entrambi?
- sempre se occorre, è necessario presentare anche una CILA per manutenzione straordinaria oppure basta preentrae la Legge 10, in quanto l'intervento può essere eseguito "liberamente" in quanto rientrante in attività edilizia libera?
Se avete qualche opinione o esperienza in merito, ringrazio in anticipo per le risposte.
 
Indietro
Top