Distanza dai confini nuovi fabbricati

flynight90

Well-known member
Messaggi
69
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Campania
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Pro_sap
Buongiorno a tutti, ho un dubbio sulla distanza minima dai confini da rispettare nel caso di realizzazione di fabbricati ex novo. Per confine si intende la linea che delimita le particelle catastali e quindi questa è una distanza da considerare tra particelle catastali? Se ho ad esempio un pezzo di terreno, devo cercare di posizionare il fabbricato al centro del terreno e misurare la distanza di ogni spigolo dalle particelle di altra proprietà poste intorno, giusto? Non posso quindi posizionarlo in aderenza ad un'altra particella?
 
Per confine si intende la linea che delimita le particelle catastali e quindi questa è una distanza da considerare tra particelle catastali?
Teoricamente si, praticamente spesso capita che il confine/recinzione del vicino non coincide con quello catastale, e allora bisogna vedere caso per caso come comportarsi.
Se ho ad esempio un pezzo di terreno, devo cercare di posizionare il fabbricato al centro del terreno e misurare la distanza di ogni spigolo dalle particelle di altra proprietà poste intorno, giusto?
Devi cercare di posizionarlo dove vuoi, basta che rispetti le distanze dai confini come da strumento urbanistico, oltre che distanze da altri fabbricati e da strade.

Non posso quindi posizionarlo in aderenza ad un'altra particella?
Certo che puoi, sempre però rispettando quanto riportato nello strumento urbanistico e verificando che siano rispettate le altre distanze. Di solito però se ti metti a confine le pareti non possono essere finestrate.
 
Teoricamente si, praticamente spesso capita che il confine/recinzione del vicino non coincide con quello catastale, e allora bisogna vedere caso per caso come comportarsi.

Devi cercare di posizionarlo dove vuoi, basta che rispetti le distanze dai confini come da strumento urbanistico, oltre che distanze da altri fabbricati e da strade.


Certo che puoi, sempre però rispettando quanto riportato nello strumento urbanistico e verificando che siano rispettate le altre distanze. Di solito però se ti metti a confine le pareti non possono essere finestrate.
Ho inserito l'immagine del mio fabbricato sovrapposta ad ortofoto. La particella di proprietà è quella delimitata in rosso. Sul regolamento edilizio Comunale parla di una distanza minima di 5 metri da rispettare dai confini, ma io non mi trovo per una trentina di cm (linee blu). Invece la distanza dalla strada e dai fabbricati è rispettata ampiamente. In realtà non c'è un vero e proprio confine che delimita le proprietà, se non il terreno che è un poco scosceso a nord. Secondo te converrebbe far fare un rilievo da un geometra prima di partire?
 

Allegati

  • Cattura3.PNG
    Cattura3.PNG
    1,3 MB · Visualizzazioni: 2
Ho inserito l'immagine del mio fabbricato sovrapposta ad ortofoto. La particella di proprietà è quella delimitata in rosso. Sul regolamento edilizio Comunale parla di una distanza minima di 5 metri da rispettare dai confini, ma io non mi trovo per una trentina di cm (linee blu). Invece la distanza dalla strada e dai fabbricati è rispettata ampiamente. In realtà non c'è un vero e proprio confine che delimita le proprietà, se non il terreno che è un poco scosceso a nord. Secondo te converrebbe far fare un rilievo da un geometra prima di partire?
Va sicuramente fatto il rilievo e picchettamento della particella, perchè catastale e sovrapposizione non sono assolutamente affidabili. Ti auguro, inoltre, di non trovare vicini pignoli e critici durante le operazioni di picchettamento, il contenzioso è sempre dietro l'angolo....

Infine un consiglio: dovresti prima definire sempre per bene i limiti della particella e poi progettare il fabbricato, andando a delimitare l'area entro la quale può ricadere. Cosa farai, infatti, se il confine rosso coincide con il picchettamento? Devi modificare il progetto?​
 
Va sicuramente fatto il rilievo e picchettamento della particella, perchè catastale e sovrapposizione non sono assolutamente affidabili. Ti auguro, inoltre, di non trovare vicini pignoli e critici durante le operazioni di picchettamento, il contenzioso è sempre dietro l'angolo....

Infine un consiglio: dovresti prima definire sempre per bene i limiti della particella e poi progettare il fabbricato, andando a delimitare l'area entro la quale può ricadere. Cosa farai, infatti, se il confine rosso coincide con il picchettamento? Devi modificare il progetto?​
Giusto. Provvedo subito a far fare un rilievo allora. Grazie mille per l'aiuto
 
Assolutamente far fare un rilievo ad un geometra (bravo) ed eventualmente conivolgere i vicini per stare sicuri. Alcune volte la superificie catastale non coincide con quella del PRG, quindi occorre fare le cose per bene
 
Indietro
Top