Elenco elaborati minimi per intervento di riparazione immobile in muratura

Lucio

Active member
Messaggi
41
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Sicilia
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. CDS WIN
Ho redatto il progetto per un intervento da eseguire su un immobile in muratura portante costituito da quattro livelli (ogni piano 40 mq circa dim. pianta 5 x 8 mt). Ho previsto la sostituzione dei 2/3 di una parete portante (lato lungo da 8 mt) con telaio in cemento armato avente fondazione (30 cm x h 110 cm) ammorsata su quattro pali diam. 300 mm h 12 mt. per il resto ho previsto il cambio dei solai di piano da tavelle e travi in ferro con latero cemento su cordolo perimetrale disponendo ad ogni piano due travi piatte in c.a.; travi piatte e travetti disposti ortogonalmente ai lati lunghi. Le due pareti (ciascuna da 5 metri devo rinforzarle con intonaco armato applicato solo sulla faccia interna e negli ultimi due livelli. La copertura, tetto in legno rimane salvo sostituzioni di qualche trave locale. Da calcolo la resistenza sismica passa dallo stato di fatto 1% allo stato di progetto 13% (miglioramento del 10%).

Così operando dovrei ricadere in intervento di miglioramento sismico e non adeguamentosismico. Giusto?
Altresì potreste indicarmi il numero minimo di elaborati occorrenti per Genio Civile e Comune?
Grazie anticipatamente a tutti.
 
sì con gli interventi che descrivi non dovresti essere in obbligo di adeguamento. Quel che serve per deposito/aut. sismica è disposto dalle singole regioni, ti allego a titolo informativo la dgr dell'emilia romagna a riguardo.
 

Allegati

  • DGR_1373-2011.pdf
    391,6 KB · Visualizzazioni: 6
Diciamo che hai stravolto la struttura, elementi in c.a. al posto di pareti, solai leggeri trasformati solai in laterocemento, nuove travi in c.a. Ovviamente non conosco il progetto ma non era possibile interventire in modo meno impattante? Magari solai lignei o consolidare quelli esistenti.
Comunque senza entrare nel merito della bontà del progetto, per la parte strutturale fai riferimento al Regolamento e alla Legge sismica della regione di intervento. Già nel DPR 380/01 sono indicati gli allegati minimi, ma la legislazione regionale specifica "cosa e in che modo".
Non mi occupo di urbanistica ma a parte il modello di istanza (PDC o SCIA) sicuramente servirà la relazione tecnica, la documentazione fotografica dell'esistente e gli e elaborati "ante operam" e "post operam". Se poi incidi anche sui parametri urbanistici quella che viene chiamata "legenda urbanistica".
Per il discorso miglioramento e adeguamento trovi tutto la punto 8.4 delle NTC, controlla nel tuo caso il 8.4.3. al punto d
 
Diciamo che hai stravolto la struttura, elementi in c.a. al posto di pareti, solai leggeri trasformati solai in laterocemento, nuove travi in c.a. Ovviamente non conosco il progetto ma non era possibile interventire in modo meno impattante? Magari solai lignei o consolidare quelli esistenti.
Comunque senza entrare nel merito della bontà del progetto, per la parte strutturale fai riferimento al Regolamento e alla Legge sismica della regione di intervento. Già nel DPR 380/01 sono indicati gli allegati minimi, ma la legislazione regionale specifica "cosa e in che modo".
Non mi occupo di urbanistica ma a parte il modello di istanza (PDC o SCIA) sicuramente servirà la relazione tecnica, la documentazione fotografica dell'esistente e gli e elaborati "ante operam" e "post operam". Se poi incidi anche sui parametri urbanistici quella che viene chiamata "legenda urbanistica".
Per il discorso miglioramento e adeguamento trovi tutto la punto 8.4 delle NTC, controlla nel tuo caso il 8.4.3. al punto d
I solai erano costituiti da putrelle in ferro e mattoni con due buchi (localmente chiamati binocolo) erano crollati da tempo... siamo in Campania. Puoi indicarmi il paragrafo del DPR 380/01 che indica gli allegati minimi necessari per presentare il progetto?

Il fabbricato ha subito gravi danni sismici con il terremoto Irpinia del 1980 dichiaratoi con Ordinanza del Sindago del Dicembre 1980 gravemente danneggiato e da sgombrare. Posso fruire per il caso di specie della detrazione fiscale potenziata "Sisma bonus" 65% ovvero 85% ?
Grazie
 
DPR 380/01 arl. 65 comma 3, (con richiamo alla 1086 dove trovi stesse indicazioni all'art. 4) nonchè la richiamata L. 64/1974 all'art. 17. Questo per quanto riguarda le indicazioni nazionali. E non dimientichiamo che sempre a livello nazionale ci sono delle indicazioni al capitolo 10 delle NTC.
Ma comunque ribadisco che maggiori dettagli li troverai nel Regolamento della Campania.
 
Indietro
Top