Falsa partita IVA?

beatsepp

Nuovo iscritto
Messaggi
1
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
5-10
Regione
  1. Trentino-Alto Adige
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Altro Sw
Ciao a tutti,

attualmente sono dipendente di un'azienda che costruisce case in legno. Le mie attività principali sono: consulenza tecnica e calcolo strutturale per ingegneri esterni, ricerca e sviluppo. Sono ingegnere abilitato e iscritto all'Ordine.
Per il futuro voglio dare le dimissioni e lavorare come libero professionista per la stessa ditta. Potrebbe anche essere che sarà l'unico committente per i primi anni. Ho letto che per professionisti iscritti ad un Ordine la monocommittenza non rappresenta un problema in merito alla falsa partita iva. Ho già chiesto diversi consulenti fiscali ma le risposte non erano chiare. Uno dice che non rappresenta un problema e l'altro ha l'opinione di stare attento perchè potrebbe essere considerato come falsa partita iva.
Spero che qualcuno di voi mi può dare un informazione chiara su questo argomento.
 
non vedo dove sia il problema... se poi, nel mentre , salta fuori anche un lavoretto per conto di altro committente ancora meglio.
 
qualche problema c'è.
Se beatsepp è giovane e intende correre il regime dei minimi (5%) qualche problema può esserci...
si vuole evitare una falsa libera professione che costa molto meno di un dipendente; meglio chiedere indicazioni aggiornate al 800909696 Agenzia Entrate alle 09.01 o dopo le 16.30 ci sono maggiori prob. di collegarsi. Tutti sempre molto competenti.

saluti
 
sarà cosi , ma tutti i ragazzi a partita iva che lavorano per conto degli studi di progettazione cosa devono fare??
 
io credo che il problema non sia che uno lavori con p.iva solo per una azienda, ma che fino al mese prima si lavorasse come dipendente....per la stessa azienda. questo configura la falsa p.iva
 
non ha gran senso almeno che non ti paghino 2 volte e mezza quello che prendi ora, praticamente monocommitetnza e da solo tutto ciò che riguarda previdenza, tasse, orari, ferie ecc ecc

considera che con la piva essendo iscritto puoi cmq fare la libera professione
 
Ciao a tutti,

attualmente sono dipendente di un'azienda che costruisce case in legno. Le mie attività principali sono: consulenza tecnica e calcolo strutturale per ingegneri esterni, ricerca e sviluppo. Sono ingegnere abilitato e iscritto all'Ordine.
Per il futuro voglio dare le dimissioni e lavorare come libero professionista per la stessa ditta. Potrebbe anche essere che sarà l'unico committente per i primi anni. Ho letto che per professionisti iscritti ad un Ordine la monocommittenza non rappresenta un problema in merito alla falsa partita iva. Ho già chiesto diversi consulenti fiscali ma le risposte non erano chiare. Uno dice che non rappresenta un problema e l'altro ha l'opinione di stare attento perchè potrebbe essere considerato come falsa partita iva.
Spero che qualcuno di voi mi può dare un informazione chiara su questo argomento.
Nel caso di ingegnere iscritto all'albo, si può lavorare con partita iva al 100% per lo stesso committente, senza limiti.
Però se lavori con partita iva per il tuo precedente datore di lavoro ci sono delle limitazioni.
 
Indietro
Top