impianti a fune

paolo.scarparo

Well-known member
Messaggi
463
Anni esperienza
5-10
Regione
  1. Veneto
CAD/BIM
  1. Autocad
  2. Revit
  3. Altro Sw
Soft. strutture
  1. Midas GEN
  2. Pro_sap
  3. SAP2000
  4. Sismicad
  5. Straus7
  6. Altro Sw
totalmente a caso, tornando da un cantiere ho visto una delle varie funivie del Cadore, e mi è venuto subito da pensare. questi impianti a fune, sia teleferiche militari che poi impianti di trasporto persone e sciatori, come si progettano. dopo un boom negli anni d'oro ormai non penso ne vengano costruiti più di tanti.

avete consigli bibliografici (dispense PDF o anche solo riferimenti bibliografici da poter andare ad acquistare) per farmi una cultura su un tipo di strutture che probabilmente non incontrerò nella vita professionale, ma che mi affascinano molto (si ho questo problema. mi metto a guardare cose che poi non faccio. motivo per cui ho parecchi testi sugli aerei da combattimento e la fluidodinamica associata. cosa me ne faccio per lavoro? nulla ovviamente... ma quanto è felice mia moglie che io occupi librerie in questo modo)
 
anche io qualche tempo fa avevo provato a documentarmi (sempre per curiosità) ma non sono riuscito a trovare quasi niente. Nel caso specifico volevo capire qualche cosa in più sulle teleferiche e ho trovato
1. Introduzione all'analisi automatica di sistemi strutturali composti da funi di Ennio Casagrande ed. 2011
2. Teleferiche costruzione e calcolo di Aldo Nicolardi ed. 1950
in particolare il primo tratta il problema in maniera moderna ma solo a livello teorico e non permette quindi capire come affrontare un problema pratico, mentre il secondo essendo molto datato è troppo pratico e poco teorico e la teoria che c'è alla base non viene minimamente trattata.
Ovviamente la teoria del primo libro non può essere estesa al secondo libro perchè l'approccio è completamente diverso.
Se qualcuno ha dei testi teorico-pratichi da coinsigliare sarebbe ben accetto
 
Negli anni '90 a Firenze Ingegneria Civile era dominata dai "trasportisti". Ricordo che avevano Tecnica ed Economia dei Trasporti. Quel corso lo teneva il prof. Brandani (mi pare fosse questo il cognome): io frequentavo idraulica e quindi riferisco per de relato . Gli amici riferivano che quel docente avesse un'autentica fissazione coi trasporti a fune e gli studenti non se ne spiegavano il motivo.
Magari qualche ingegnere "fiorentino" classe 65-70 potrebbe aiutarti.
 
Negli anni '90 a Firenze Ingegneria Civile era dominata dai "trasportisti". Ricordo che avevano Tecnica ed Economia dei Trasporti. Quel corso lo teneva il prof. Brandani (mi pare fosse questo il cognome): io frequentavo idraulica e quindi riferisco per de relato . Gli amici riferivano che quel docente avesse un'autentica fissazione coi trasporti a fune e gli studenti non se ne spiegavano il motivo.
Magari qualche ingegnere "fiorentino" classe 65-70 potrebbe aiutarti.
a Padova i trasportisti, nel mio periodo (2009/2015) erano visti come "quelli che vogliono vincere facile" rispetto a strutture idraulica e geotecnica.

poi ovviamente ogni fazione denigra l'altra. io meglio che stia zitto che ho fatto edile e pure architettura per non farmi mancare nulla, per poi rendermi conto che non sapevo na fava e integrare con esami a civile
 
Per quanto riguarda l'analisi fem di queste strutture sono molto ben fatte le guide tecniche di Strand7 sugli elementi cable. Si sofferma però solo sul lato modellazione, parla poco o nulla del lato più tecnico di questi impianti...
 
Per quanto riguarda l'analisi fem di queste strutture sono molto ben fatte le guide tecniche di Strand7 sugli elementi cable. Si sofferma però solo sul lato modellazione, parla poco o nulla del lato più tecnico di questi impianti...
grazie mille. avevo visto il manuale di straus ricordandomi di aver sempre trovato validi esempi (duole dirlo perché privo di qualsiasi verifica o postprocessione "spinta", non importa e non esporta praticamente nulla manco per passare in paraview... ma straus era e resta na bomba come analisi pura e qualità della documentazione). mi interessava capire comunque i carichi, e soprattutto la tecnologia e i dettagli di come funzionano l'aggancio e sgancio delle cabine alla rotazione sulle teste dell'impianto (per favorire saluta e discesa). poi ...i tralicci intermedi, son tralicci, complessi quanto si vuole ma pur sempre na reticolare. il difficile credo sia determinare il carico da applicare in testa
 
Vado un po' off topic: si, riguardo a straus7 gran calcolatore, ma peccato per l'assenza di postprocessori. Ho visto il recente aggiornamento di RFEM della Dlubal Software. Sembra un programma fatto bene e dotato di molti add-on per strutture particolari, comprese le tensostrutture.
 
Non so se possa interessarvi

 
Indietro
Top