Individuare esistenza cappa collaborante

el ingeniero

Well-known member
Messaggi
285
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Abruzzo
CAD/BIM
  1. Autocad
  2. Altro Sw
Soft. strutture
  1. CDS WIN
Ho un edificio in muratura anni 80 con solaio a travetti e pignatte, come posso individuare l'esistenza dell'eventuale cappa collaborante senza demolizioni?
 
Effettuando un piccolo foro sul solaio in corrispondenza della pignatta vedi lo spessore della pignatta e l'eventuale presenza di cappa collaborante.
L'unico problema e' che la cappa collaborante si potrebbe "confondere" con il massetto della pavimentazione.
 
Si questo è il metodo che avevo proposto, in realtà un carotaggio più ampio per individuare la rete, ma i proprietari hanno protestando dicendo che se non faranno i lavori toccherà riparare la zona...
Secondo voi con il pacometro si riesce ad individuare la rete, anzi magari anche il copriferro per avere un'idea della cappa?
 
Se usi il pacometro dall'intradosso del solaio non riesci a rilevare la rete perché in corrispondenza della pignatta (non del travetto) la rete sarà a 10-20 cm e quindi un pacometro standar non la rileva

Se usi il pacometro dall'estradosso avrai il massetto + pavimentazione (circa 10 cm) e nuovamente un pacometro standar non la rileva.

Forse con pacometri più performanti riusciresti ma la vedo dura
 
Quindi non volendo demolire mi tocca contattare i vari laboratori per vedere se qualcuno arriva a 15 cm almeno
 
una valutazione si può fare misurando lo spessore totale del solaio, cosa semplice se le stanze sopra e sotto hanno finestre.
Per esperienza (facevo l'apprendista muratore in quegli anni) in un solaio di quell'epoca la rete è un poco difficie da trovare. Si mettevano i monconi a momento negativo ma di lunghezza spesso "smozzicata"; spesso le fasce piene inesistenti o quasi e solo nei casi migliori si metteva un'armatura di ripartizione trasversalmente all'orditura a passo abbastanza abbondante.
 
Infatti sono abbastanza convinto che non ci sia la rete e avevo pensato anche al discorso della misura geometrica usando le finestre ma poi bisognerebbe sempre ipotizzare.... ho trovato situazioni di 4 cm di cappa con 8 cm di massetto e casi di 12 cm di solo massetto....
 
Volevo evidenziare che nei solai fino a prima dell'entrata in vigore delle NTC 2008, era d'uso posizionare come armatura di ripartizione dei Ø8 ad interassi piuttisto ampi (circa nr. 3 al metro) perciò è difficilissimo che possa essere trovata la rete, inoltre considerando le classiche modalità di lavoro dell'epoca (e anche i cls) la caldana (così si chiamava) è probabile confornderla con un massetto perché non aveva la consistenza degli attuali conglomerati. la cosa migliore da fare (se la si sa legegre) è un indagien endoscopica oppure andare in sicurezza e non considerare la cappa
 
Con l indagine endoscopica però si ha difficoltà a capire quale sia lo spessore del getto integrativo di cls (caldana) e del massetto essendo tutti e due in cls
 
se è un buon foro si capisce, anche perché i massetti storici hanno in mezzo altro
 
Indietro
Top