Informazioni su strutture

Milito2293

Nuovo iscritto
Messaggi
3
Professione
  1. In attesa di occ.
Anni esperienza
0-1
Regione
  1. Campania
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Nessuno
Buongiorno colleghi, io sono iscritto all'albo degli ingegneri settore industriale sezione A.
Stavo pensando di iscrivermi ad ingegneria Civile.

Volevo chiedervi ma con l'iscrizione all'albo industriale potrei progettare, ovviamente facendo un po di pratica insieme a qualche ingegnere, e firmare progetti civili?
Nel caso negativo, iscrivendomi ad ingegneria civile potrei o dovrei comunque iscrivermi all'albo civile?

In attesa di riscontri vi auguro una buona immacolata,
Vincenzo
 
io credo di si, perché non mi risulta che il regio decreto 2537 del 1925 sulle competenze degli ingegneri sia stato abrogato
 
Buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum.
Mi aggrego alla domanda del mio collega per approfondirla.
Sono un neo ing. meccanico nuovo ordinamento, neo abilitato nella sezione A industriale e lavoro in una carpenteria.
Ho cercato a lungo, tra vari forum, dove finiscano le competenze degli iscritti in un determinato settore, senza però mai giungere ad una reale conclusione. Nonostante siano in molti a porre questa domanda, le risposte che ottengono sono sempre le più disparate.
Nel mio caso specifico sarei interessato a sapere se posso usare la firma da industriale per strutture utilizzate nel contesto industriale di modesta entità, quali ad esempio scaffalature, soppalchi o sostegni di macchinari (tutto ovviamente in carpenteria metallica e non in cls, di cui non ho nessuna conoscenza).
Visto che vorrei generalizzare la domanda e capire dove veramente siano i limiti dei settori professionali, sia esternamente che internamente al proprio settore (es. impianti elettrici per industriale sez. A meccanico), mi piacerebbe rivolgermi direttamente al mio ordine provinciale, per ottenere una risposta (spero) autorevole e definitiva, da poter condividere eventualmente anche con voi.
In base alla vostra esperienza l'interlocutore a cui porre questa domanda è quello giusto? occorre essere iscritti per ricevere una risposta (io al momento non lo sono ancora)?
Vi ringrazio molto
 
annoso problema delle competenze. c'è una sentenza (@Mattymecc scelgo te) dove sostanzialmente si dice che con la divisione degli ordinamenti si creavano dei gruppi dove si identificavano "le principali competenze" (io potrei sapere progettare una struttura metallica ma anche una rete di PC o una nave per assurdo. sia chiaro io so fare a malapena il mio di lavoro. ma ragioniamo a ruota libera). si rimandava poi ad una successiva legge l, da redigere di concerto con gli ordini professionali, per stabilire come normare specificatamente le competenze. tale legge ad oggi non esiste. siamo in un lunghissimo periodo di transizione e quindi stringi stringi, la figura dell'ingegnere e delle sue competenze può essere ancora assimilabile a quella del vecchio ordinamento dove puoi firmare dal bullone all'astronave.
negli anni poi si è sedimentata la buona pratica di rimanere nel proprio ambito di lavoro (anche se non era strano vedere ing elettrici all'aquila inventarsi strutturisti o una marea di civili o meccanici che con il 110 son tutti diventati termotecnici) .

penso quindi che tu possa progettarti gli scaffali industriali, come a me è capitato in ambito industriale di progettare pipeline e recipienti in pressione sempre vicino a soppalchi e scaffalature industriali.

la sentenza comunque, se il buon Matty ce la agevola (ovviamente non riesco più a trovarla) mi pare parlasse meglio del mio sproloquio
 
Ecco le sentenze, è un argomento che è sempre interessato anche a me, in quanto studio ingegneria industriale, ma ho sempre avuto l'interesse per l'ambito civile... a mio parere si può progettare un edificio anche da meccanici, almeno a livello teorico, poi però nel caso qualcosa vada storto le responsabilità di un meccanico che progetta un edificio civile sarebbero "amplificate" dal fatto che non è del settore...
 

Allegati

  • CdS 1473-2009.pdf
    180,4 KB · Visualizzazioni: 6
  • CdS 686-2012.pdf
    101,6 KB · Visualizzazioni: 4
Vi ringrazio per le risposte, prossimamente scriverò all'ordine provinciale della mia zona e se riceverò una risposta la condividerò con voi
 
Ho consultato il mio ordine provinciale.
Mi è stato detto che, in sostanza, i limiti posti dalla ripartizione in settori non hanno il solo scopo di definire una specializzazione prevalente (328/2001), ma sono vincolanti.
Non si è fatta menzione ai cds 1473/2009 e 686/2012.
Nel caso specifico di questo topic, da industriale è possibile progettare opere strutturali se la loro applicazione è industriale (es. soppalchi, scaffalature, sostegni, coperture, ecc) ma solo in carpenteria metallica (no c.a.).
Questo è quanto ne ho ricavato io, spero che possa aver fatto maggior chiarezza sulle competenze professionali.
 
Ho consultato il mio ordine provinciale.
Mi è stato detto che, in sostanza, i limiti posti dalla ripartizione in settori non hanno il solo scopo di definire una specializzazione prevalente (328/2001), ma sono vincolanti.
Non si è fatta menzione ai cds 1473/2009 e 686/2012.
Nel caso specifico di questo topic, da industriale è possibile progettare opere strutturali se la loro applicazione è industriale (es. soppalchi, scaffalature, sostegni, coperture, ecc) ma solo in carpenteria metallica (no c.a.).
Questo è quanto ne ho ricavato io, spero che possa aver fatto maggior chiarezza sulle competenze professionali.
va "contro i miei interessi" se qualcuno da "esterno" viene a "rubare lavoro" ai civili. ma credo che sia da valutare anche la gerarchia delle fonti e la giurisprudenza. l'ordine dice sta cosa suffragato da cosa? porta delle sentenze? dove è scritto che sono vincolanti le sezioni?

il CDS non è proprio un parere "non autorevole".

ripeto poi, è prassi consolidata restare ogni uno nel proprio ambito, ed è anche una cosa corretta. ma penso che ci possa essere contaminazione
 
Concordo con paolo.scarparo in pieno, quello che l'ordine ti ha prospettato è la loro linea ufficiale, ma la realtà giuridica è un'altra, a ogni modo se in futuro dovessi essere iscritto all'albo da industriale non progetterei strutture civili, ma mi limiterei a quelle legate a impianti/apparecchiature meccanici. Questo in quanto l'ordine scommetto che a livello professionale metterebbe i bastoni fra le ruote... e si rischiano sanzioni...
 
E' lo stesso sentore che ho avuto io da neofita all'argomento, che in queste settimane ho cercato di documentarmi e capire come "girano" le cose. Ma non voglio fare polemica e il mio intento era solo quello di tentare di chiarire un argomento che continua a restarmi poco chiaro.
 
E' lo stesso sentore che ho avuto io da neofita all'argomento, che in queste settimane ho cercato di documentarmi e capire come "girano" le cose. Ma non voglio fare polemica e il mio intento era solo quello di tentare di chiarire un argomento che continua a restarmi poco chiaro.
tranquillo, nessuna polemica e tranquillo.... l'argomento è oscuro e nebuloso per tutti ahimè. quando è capitato a me la prima volta è stato per un silos.

mi han contestato che potevo progettare solo il traliccio di supporto ma non il silos in sé perché "impianto meccanico". fatto presente che è una lamiera nervata, analoga a quelle dei ponti, che è descritta nell',ec3, e soprattutto fatto presente che se il serbatoio era in calcestruzzo nessuno avrebbe avuto da obiettare, ho avuto il via libera.

mesi dopo storia analoga con i roll-bar dei miei trattori agricoli da adeguare (erano trattori anni 60, quindi necessitavano di copertura di tutte le parti in movimento, frizione sulla presa di forza, protezione della marmitta, roll-bar ecc ecc).

mi han contestato che non potevo progettare il roll-bar, che è un telaio piano sheartype per quel tipo di macchina agricola.

ho chiesto quindi se il parere precedente per il silos industriale portuale fosse decaduto e magicamente ritirata ogni obiezione sui roll-bar.

ripeto non mi sognerei mai di progettare una nave o un aereo, per quanto mi affascinino, ma credo che vi possa essere contaminazione tra le discipline e se la gente usa buon senso e sa quello che sta facendo, conoscendo soprattutto i propri limiti e fermandosi parecchio prima del limite. perché no?
 
Indietro
Top