intervento locale con forza sismica o statica

Antonio

Member
Messaggi
13
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
oltre 20
Regione
  1. Puglia
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Su una costruzione in muratura devo eseguire un intervento locale che interessa solo parzialmente l'edificio in muratura
Tale opere consiste nella realizzazione di una soletta in c.a. che poggia su una muratura portante dell'edificio
Questa nuova massa devo considerarla sottoposta ad azione sismica o solo statica poichè si tratta di intervento locale?
Grazie
 
Se e' un intervento locale direi solo azione statica (in teoria potresti anche non modellarla la struttura)
... pero' aspetta consigli da ing piu' esperti
 
Su una costruzione in muratura devo eseguire un intervento locale che interessa solo parzialmente l'edificio in muratura
Tale opere consiste nella realizzazione di una soletta in c.a. che poggia su una muratura portante dell'edificio
Questa nuova massa devo considerarla sottoposta ad azione sismica o solo statica poichè si tratta di intervento locale?
Grazie
Nella mia Regione la scelta è del progettista. In genere io procedo per azioni statiche, dimostrando che l'intervento non altera in peggio la situazione sia a livello locale che globale.
 
a rigore per categorizzarlo come intervento locale devi dimostrare che non varia il comportamento sostanzialmente il comportamento dinamico e la distribuzione del tagliante.

ovvio se vari un campo di solaio 2x2 su un aggregato di 5 piani di 500000mq a piano, euristicamente è un intervento locale. ma in generale devi dimostrare la cosa (sia per eventuali contenziosi ma anche solo per deontologia e corretta esecuzione della nostra professione). quindi io nel caso di aperture di solaio (scale) o irrigidimento (cappe estradossali) io valuterei:
1)la differenza di carico verticale in fondazione (anche grossolanamente)
2)la differenza di massa tra i vari livelli
3) la differenza di rigidezza dell'impalcato ante e post (modellando anche solo la porzione di elementi verticali sopra e sotto l'impalcato oggetto di interesse e modellando l'impalcato o con dei plate o con la trattazione a bielle equivalenti (o meglio visto che costa poca fatica, entrbi i modi per avere poi una validazione del risultato)

poi se si configura come intervento locale, non è che non è soggetto a sisma, posso analizzarlo localmente senza considerare tutta la struttura attorno, ma devo considerare comunque il comportamento della nuova struttura in ogni sua forma.


non ho capito perché è passata l'idea "intervento locale = solo permanenti portati e accidentale".

(non è riferito a te ovviamente ma in generale ai progetti che mi arrivano in commissione, sia di colleghi più giovani che più anziani e blasonati di me)

PS emblema dell'intervento locale sono i tiranti contro i cinematismi, la cerchiatura di qualche apertura, il collegamento di elementi prefabbricati nei capannoni. qui il carico dimensionate è la massa sismica, solo che analizzo localmente il mio problema e non prendo in considerazione tutta la struttura
 
Su una costruzione in muratura devo eseguire un intervento locale che interessa solo parzialmente l'edificio in muratura
Tale opere consiste nella realizzazione di una soletta in c.a. che poggia su una muratura portante dell'edificio
Questa nuova massa devo considerarla sottoposta ad azione sismica o solo statica poichè si tratta di intervento locale?
Grazie

non è un intervento locale

almeno che ai sensi delle NTC te non dimostri di non aver significativamente cambiato rigidezza, deformazioni, sollecitazioni

insomma se uno mi poggia un trave sopra una spalla io non potrei farcela
 
Indietro
Top