Ipripi e interventi locali

fcolussi

Well-known member
Messaggi
53
Professione
  1. Dipendente
Anni esperienza
5-10
Regione
  1. Emilia-Romagna
CAD/BIM
  1. Archicad
  2. Autocad
  3. Revit
Soft. strutture
  1. Ansys
  2. CDS WIN
  3. CMP
  4. Midas GEN
  5. Pro_sap
  6. SAP2000
  7. Sismicad
  8. Straus7
Vi chiedo un parere su un intervento di rifacimento dell'impermeabilizzazione di una copertura piana su solaio in laterocemento.
Un condominio ha necessità di coibentare e ripristinare l'impermeabilizzazione della copertura, realizzando un nuovo massetto perché l'attuale ha problemi di pendenze.
In emilia romagna, una modifica di questo tipo è considerato privo di rilevanza ai fini sismici se rimane entro il 5% di variazione in peso dell'attuale pacchetto; in tal caso è richiesta unicamente la verifica statica del solaio con i nuovi carichi senza considerazioni di natura sismica.
Se la differenza in peso fosse maggiore (escludendo la possibilità di demolire alcuni strati per ricondursi al caso di cui sopra), come vi comportereste?
Se volessi verificare la possibilità di inquadrare l'intervento come locale ai sensi delle ntc, che tipo di analisi fareste per verificare se l'aumento di peso ha o non ha impatto sul comportamento sismico globale del fabbricato?
Grazie un saluto
 
per me non va depositata ma se proprio lo vuoi fare come intervento locale la norma ti dice che puoi verificare solo gli elementi oggetto di intervento.. quindi verifica del solaio e basta
 
Grazie, mi sono scordato di indicare che da noi se non si ricade in ipripi il deposito è obbligatorio. ok la verifica del solaio, ma mi chiedevo come verificare (quantificare) che l'aumento di peso non vari il comportamento della struttura intera, un po' come si verifica il delta di rigidezza quando si fora un muro portante.
 
non ci sono riferimenti normativi valuti tu come tecnico...considera i carichi prima (ad esempio 100 kg/mq) .... dopo l'intervento (ad esempio 110kg/mq) e specifichi che secondo te l'intervento è privo di rilevanza e non va depositato oppure lo indichi come intervento locale e lo depositi... è una tua scelta.... ma ripeto...secondo me non è una questione di natura strutturale
 
ti ringrazio carlo, ma credo non ci stiamo capendo. Il riferimento normativo c'è, la dg regionale che indica che sopra il 5% di differenza in peso il progetto si deposita, punto: su questo il tecnico non deve valutare nulla.
Il mio dubbio è sulla fase successiva: dato che inquadrare l'intervento come locale significa dover dimostrare che l'intervento non varia significativamente il comportamento sismico globale della struttura (con dei calcoli, non basta una dichiarazione), quali parametri stimare e riportare per far vedere che non ci sono grandi differenze? qualcuno si è già trovato in una situazione analoga?
 
Come al solito la normativa lascia al progettista l'incombenza di dover decidere se l'intervento è significativo o meno.
Bisogna quindi arrivare ad una decisione che sia basata su valori riportati da qualche parte della normativa (quella che viene chiamata analogia in termini legalesi) o in base ad altri riferimenti (esempio eurocodici).
Superato il valore del 5% del peso del pacchetto della copertura si esce dal regime privo di rilevanza.
È comunque evidente che l'intervento non rientra nell'adeguamento sismico (perlomeno da quello che ho capito che stai realizzando).
Però è possibile considerare il valore del 10% sul peso totale riportato al comma c del punto 8.4.3 come valore significativo della variazione di peso (massa) necessario per modificare il comportamento della costruzione.
Nel tuo caso mi sembra proprio impossibile raggiungere un incremento del genere. Quindi ritengo che l'intervento non modifichi in modo significativo il comportamento della costruzione.
Tra le voci dell'intervento locale c'è anche la seguente: "modificare un elemento o una porzione limitata della struttura" che ti permette di definire l'intervento come locale. Nella circolare è specificato che per porzione limitata di struttura si può far riferimento a un impalcato (e quindi anche all'intero tetto).
A mio avviso sono queste le motivazioni che ti permettono di considerare questo quale intervento locale di minore rilevanza secondo il punto 8.4.1. Non richiede relazioni geologiche/geotecniche e non richiede il collaudo. È comunque richiesto il deposito sismico.
 
grazie @Legs, pensavo infatti di fare un ragionamento simile a quello proposto, sperando che la struttura sismica se estrae la pratica non faccia storie.
 
Indietro
Top