La data di fine lavori strutturali

Milo

Nuovo iscritto
Messaggi
4
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
oltre 20
Regione
  1. Sicilia
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. CDS WIN
Ho presentato in qualità di D.L. relazione a strutture ultimate entro 60gg dalla data in cui ho dichiarato la fine dei lavori strutturali ma l'ufficio tecnico comunale me la contesta poichè sostiene che l'ultimazione dei lavori strutturali coincide con l'ultimo getto indicato nei certificati del calcestruzzo e non con quello dichiarato da me. Mi sembra assurdo ma pare che ci sia stato un precedente a cui è seguita denuncia alla procura della repubblica. Ma io non posso dichiarare la fine lavori quando ritengo che sia effettivamente conclusa? Non devo, dopo l'ultimo getto, aspettare 28gg, disarmare ed eventualmente riparare eventuali difetti ? Non devo posizionare la rete antiribaltamento così come prescrive il punto C7.3.6.2 del NTC 2018 ?
 
Che tristezza constatare che l'attività dei Tecnici Comunali, magari anche laureati, consiste nel controllare le incongruenze delle date o la completezza della documentazione di una pratica e non nella progettazione di opere pubbliche.
Ma la colpa non è dei tecnici. E' della intera organizzazione pubblica la cui incompetenza, inefficienza e cecità è sotto
gli occhi di tutti. Ogni nuovo governo vuole riformare la Pubblica Amministrazione. Ogni nuovo governo fallisce nell'impresa.
Come difendersi? : con qualche artificio.

Con l'inserimento della data nella relazione di fine lavori si rischia una contraddizione tipo quella che hai indicato tu oppure anche una contraddizione con la data di fine lavori indicata dall'impresa.
Soluzione adottata da me da molti anni:
Non indicare nessuna data sulla Relazione di Fine Lavori, così va sempre bene, anche ai fini legali.
Questa non è furbizia, e solo una tecnica di sopravvivenza per vivere in una giungla burocratica.
Ciao a tutti
 
Che tristezza constatare che l'attività dei Tecnici Comunali, magari anche laureati, consiste nel controllare le incongruenze delle date o la completezza della documentazione di una pratica e non nella progettazione di opere pubbliche.
Quote mestamente
 
Purtroppo alcuni enti predispongono modulistica obbligatoria per la RSU e non si scappa.
Effettivamente mi sembra una follia.... sono stati molto puntigliosi. Generalmente sul c.a. cerco di farla coincidere con l'ultimo getto, con le carpenterie metalliche riesco a gestirmi meglio ovviamente. Sulla rete antiribalto potrebbero confutarti che non si tratta di opere strutturali (pareti non strutturali).
 
Purtroppo alcuni enti predispongono modulistica obbligatoria per la RSU e non si scappa.
Effettivamente mi sembra una follia.... sono stati molto puntigliosi. Generalmente sul c.a. cerco di farla coincidere con l'ultimo getto, con le carpenterie metalliche riesco a gestirmi meglio ovviamente. Sulla rete antiribalto potrebbero confutarti che non si tratta di opere strutturali (pareti non strutturali).
Ciao, grazie per la risposta, ma io la rete antiribalto l'ho inserita nel progetto strutturale esecutivo poichè se manca non viene approvata dal genio civile. Mi sembra ovvio che devo concludere anche questa parte per dichiarare i lavori presentati al genio civile
 
l'Ing. capo si appella alla 380/01 art. 67 comma 5 io all' art. 65 comma 6
 
Cmq grazie al post ho appena presentato una fine lavori di un intervento locale (una cerchiatura in acciaio a seguito di una apertura) senza data di fine lavori... grazie betoniera, ottimo consiglio
 
questa della fine lavori sembrava una cosa assodata pacificamente, cioè che la fine lavori strutturali non necessariamente coincide con l'ultimo getto ma che almeno bisogna aspettare un certo tempo, certo di durata ragionevole, ma purtroppo vedo che tra i burocrati ancora non è recepita.
Faccio un esempio: se si getta un ultimo solaio e al disarmo questo ha dei cedimenti per cui deve essere rifatto, oppure il collaudatore in un suo sopralluogo trova cose da sistemare o rifare, come si fa ?
 
Ma soprattutto, se ultimato l'ultimo getto, il laboratorio schiaccia i provini intorno al 45 giorno e fa ritardo nel preparare e consegnare i certificati.... o si sposta la reale data di fine lavori o si rischia di superare i famosi 60 giorni. Nei lavori privati in qualche modo "ci si aggiusta" ma ho avuto problemi nei lavori pubblici con alcuni professionisti che non condividevano lo spostamento della data fine lavori e volevano rischiare la sanzione, altri erano di idea opposta. Sempre le classiche grane che cadono in testa ai tecnici per colpa di quei geni che partoriscono le leggi....
 
Indietro
Top