linea vita - lunghezza cordino

DDD

Well-known member
Messaggi
97
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
oltre 20
Regione
  1. Molise
CAD/BIM
  1. Autocad
  2. Edificius
Soft. strutture
  1. EdiLus
  2. IperSpace
  3. MasterSap
buongiorno, devo realizzare una linea vita... innanzi tutto c'è qualche risorsa inline per documentarmi un po'?
Avrei un dubbio in particolare.... ho visto in giro che lunghezza del cordino deve essere max 2 m.... ma non trovo riferimenti normativi espliciti in proposito.
Nel caso specifico la mia falda sarebbe larga 8 metri quindi dovrei installare 4 file di cavi orizzontali di linea vita? mi sembra strano.. io avevo ipotizzato di mettere una linea vite sul colmo e di far scendere gli utilizzatori collegandoli tramite cordino lungo 8 m.... quindi la mia ipotesi non è perseguibile?
si accettano suggerimenti...grazie
 
So che le linee vita possono sembrare banali ma in realtà si tratta di qualcosa di molto serio. Se hai dei dubbi è meglio che senti qualche ditta perché in genere forniscono anche la progettazione o ti indirizzano verso qualche tecnico esperto.

In italia i riferimenti sono:
UNI 11560:2014 per l'aspetto funzionale e UNI 11578:2015 per l'aspetto strutturale.
I cordini e le funi sono tutti all'interno di qualche norma UNI.
cerca dentro qui:
E poi guarda sempre sul sito del Comune o della Regione per avere le indicazioni che ti servono perché la modulistica può cambiare da Regione a Regione se non addirittura da Comune a Comune. In genere la modulistica fatta meglio è quella del Piemonte. Alcune Regioni non hanno normativa e quindi mi rifaccio a Piemonte/Lombardia/Toscana in questi casi.
Per quanto possibile evita il retrattile perché è troppo pericoloso. Capirai solo con l'esperienza quando è consigliabile.
È sempre preferibile usare la fune EN 353-2 che è quella che serve proprio nel tuo caso. Ne prendi una da 10m (in genere sono vendute in multipli di 10m) e imposti il freno a 7,6m (devi sempre lasciare un po' di margine dal bordo). Potranno servirti ganci di accesso, percorso e magari anche transito. Sicuramente ti serviranno quelli con funzione di antipendolo (consiglio di lasciare sempre un po' di margine e quindi metterli a 2,3m dai bordi). Esiste la possibilità anche di utilizzare delle funi di lavoro (non utilizzabili per il transito). Infine la linea di ancoraggio sarà ad uso prevalente per il transito in copertura se non addirittura esclusivo (può capitare che alcune porzione non siano accessibili o utilizzabili e quindi si useranno delle stop line).
Devi verificare il percorso per raggiungere l'accesso e verificare l'accesso stesso (esterno, interno, provvisorio o permanente. Verifica anche gli spazi dei passaggi).
Verifica se ci sono zone non calpestabili etc. etc. ...
Altre cose che mi vengono in mente: in alcune Regioni non è possibile usare le linee vita per la pulizia delle gronde. Quindi se lo scopo è questo allora verifica per bene.
Ancora: i dispositivi anticaduta sono un presidio di sicurezza e quindi non puoi utilizzarli per il sostegno di carichi o ad esempio per sostenere gli "uomini ragno", quelli che non usano i ponteggi per i lavori sulle facciate perché in questo caso si devono soddisfare i criteri delle normative sull'alpinismo. Stesso discorso per le coperture con pendenza molto elevata.
 
Come ti hanno suggerito sopra, approfondisci bene il settore perché non è banale come può sembrare.
Alla linea vita principale ci si allaccia tramite fune o retrattile (Con le considerazioni del collega sopra) per il transito. Il Cordino di max 2.00m serve nelle aree particolari per la quale è necessaria la Trattenuta (es. angoli o bordi in cui non è possibile l'Arresto caduta poichè sotto ci sono ostacoli). In queste aree, oltre ad essere allacciati con la fune alla linea vita, ci si allaccia con il cordino ai ganci (in maniera da evitare la possibilità di cadere dal bordo)
 
per cercare di documentarmi un po' ho scaricato la versione trial del programma di ACCA.... non riesco ad inserire la lunghezza della fune EN353-2 maggiore di 1 metro (vedi immagine)
Cattura.JPG

perà facendo così l'area "di manovra" dell'operatore è semplicemente una striscia di 1+1=2 introno alla linea vita quindi il dubbio è:
1. sbaglio qualcosa ad inputare nel software 8ma non capisco cosa)
2. il programma di acca non contgempla questa tipologia (mi sembra strano)
3. la linea vita come l'ho pensata io non è fattibile dal punto di vista normativo
 
Indietro
Top