Luce solio

ioanche

Active member
Messaggi
28
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
5-10
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Revit
Soft. strutture
  1. Altro Sw
Buongiorno,
dovrei realizzare un solaio in laterocemento che ha una luce di circa 4 metri, mentre l'altra direzione è di 10m.
Posso realizzarlo in questo modo oppure mi consigliate di ridurre l'altra dimensione?Nel senso lo so che le verifiche vanno eseguite per la luce di scarico quindi i 4 metri, ma ci possono essere problemi avendo l'altra direzione di circa 10m?
Grazie
 
Mancano info basilari sulla disposizione degli appoggi.
Ove fossero solo negli spigoli... direi che vale la norma "solaio lungo su travi corte"

saluti
 
Buongiorno,
dovrei realizzare un solaio in laterocemento che ha una luce di circa 4 metri, mentre l'altra direzione è di 10m.
Posso realizzarlo in questo modo oppure mi consigliate di ridurre l'altra dimensione?Nel senso lo so che le verifiche vanno eseguite per la luce di scarico quindi i 4 metri, ma ci possono essere problemi avendo l'altra direzione di circa 10m?
Grazie
Io mi preoccuperei della struttura portante nel suo insieme avendo 10 metri di appoggio. Non si sa si parla di travi o muratura. Il solaio funziona lo stesso,con i dovuti rompi tratta.
 
se può essere utile, un mio foglio di calcolo basato su uno studio del prof. Matildi riportato da Giangreco nel vol. 2 di Teoria e tecnica delle costruzioni, per il calcolo del grado di incastro di un solaio ad una campata in funzione della rigidezza torsionale delle travi di appoggio
 
e nel libro di Pagano, Teoria degli edifici, vol. I, Edifici in muratura che si può liberamente scaricare da qui
c'è alla fine un esercizio con un solaio proprio di 10 m di luce, allo scopo di valutare la parzializzazione dei muri di appoggio
 
se può essere utile, un mio foglio di calcolo basato su uno studio del prof. Matildi riportato da Giangreco nel vol. 2 di Teoria e tecnica delle costruzioni, per il calcolo del grado di incastro di un solaio ad una campata in funzione della rigidezza torsionale delle travi di appoggio
Non possiedo quel volume. L'estratto contenuto nello zip si chiude con l'inizio di un capitolo "L'impalcato con più travi elastiche a torsione". Qualcuno è in grado di fornirlo?
 
Non possiedo quel volume. L'estratto contenuto nello zip si chiude con l'inizio di un capitolo "L'impalcato con più travi elastiche a torsione". Qualcuno è in grado di fornirlo?
se non sono troppe pagine cercherò di scansionarle
 
sono una trentina di pagine, da 323 a 349, cercherò appena ho tempo;
intanto se potesse essere utile, la pubblicazione di P. Matildi è "Sul calcolo spaziale delle strutture intelaiate", Giornale del Genio Civile, 1957;
all'inizio di quel paragrafo Giangreco poi dice che, anche se Matildi lo estese in modo approssimato al caso di più travi, fu poi M. Capurso a riprenderlo in "Sull'influenza della deformabilità torsionale delle travi portanti i solai nel calcolo dei telai trasversali", Il Cemento, 1965

P.S. rimpiango che il tecnico che mi riparava la fotocopiatrice A3, mi ripeteva ogni volta che dovevo sostituirla con una digitale collegata al computer, ma siccome si parlava di permuta con ulteriori circa duemila euro, ogni volta gli rispondevo: ne parliamo la prossima volta e cosi sono rimasto con uno scanner a dir poco da "urlo" (ma di Munch :ROFLMAO: )
 
Indietro
Top