Problema rumore valvole termostatiche

Romeo_1

Nuovo iscritto
Messaggi
1
Professione
  1. Dipendente
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Veneto
CAD/BIM
  1. Altro Sw
Soft. strutture
  1. Nessuno
Buongiorno a tutti, mi rivolgo al forum nella speranza di ottenere qualche indicazione utile per provare a risolvere il problema in oggetto che mi attanaglia da 6 inverni.

Vivo in un condominio di 6 unità immobiliari su 3 piani costruito all'inizio degli anni '60 dotato di riscaldamento centralizzato e distribuzione a colonne montanti. Nel 2016 sono stati svolti i lavori di adeguamento per la contabilizzazione del calore e la termoregolazione individuale, e quindi:
- installazione negli appartamenti di valvole termostatiche su ogni radiatore
- installazione negli appartamenti dii ripartitori di calore su ogni radiatore
- scollegamento dei boiler per la produzione di ACS, ancora presenti in alcuni appartamenti, dal circuito di riscaldamento
- sostituzione in centrale termica dell'elettropompa di circolazione con una nuova a giri variabili

Al tempo il condominio ha incaricato un ing. termotecnico per l'esecuzione dei calcoli e la progettazione; successivamente l'ing. ha passato i propri elaborati alla ditta che ha eseguito i lavori.

Detto questo, purtroppo fin dal primo inverno si sono manifestati problemi di rumorosità in alcuni termosifoni di alcuni appartamenti al 2° ed al 3° piano. Mentre alcuni condomini sono riusciti a risolvere i problemi trovando delle posizioni delle valvole che impediscono l'insorgere di rumorosità (ed al tempo stesso garantiscono loro un comfort termico accettabile), lo stesso non vale per il mio appartamento e quello sottostante il mio.
Specifico che io mi trovo al 3° ed ultimo piano, nel lato del condominio più distante dalla centrale termica. Il problema purtroppo si manifesta soprattutto nei termosifoni delle camere da letto e, soprattutto, non posso controllare completamente il problema regolando le mie testine termostatiche in posizioni che non facciano fischiare le mie valvole perché, purtroppo, risento anche della rumorosità dei termosifoni dell'appartamento sottostante. Visto che le camere sottostanti non sono utilizzate di notte, succede spesso che le valvole restino in posizioni tali da generare rumori che poi si trasmettono tramite le colonne.

Ho provato a cercare in rete informazioni su problemi analoghi ma, a quanto pare, di solito questi problemi accadono in condizioni di flusso e pressione ben diverse da quelle che ho io all'ultimo piano.
Ovviamente ho provato più volte a rivolgermi all'ing. ed alla ditta che ha eseguito i lavori ma senza alcun esito. Più volte è stata modificata l'impostazione che determina la portata della pompa per ridurla ma senza miglioramenti sensibili pur arrivando in condizioni limite per il comfort climatico e per il funzionamento della caldaia.

Aggiungo un ultimo elemento, nel caso in cui fosse utile. Quando sono stati fatti i lavori, l'impianto è stato svuotato ma non è stato fatto il lavaggio perché ritenuto superfluo dalla ditta che ha svolto i lavori, se non addirittura rischioso per le vecchie tubature dell'impianto. Tuttavia, tra quando è stato svuotato l'impianto e quando sono stati eseguiti i lavori sono passate diverse settimane, tant'è che, soprattutto il primo inverno, abbiamo avuto grossissimi problemi di "aria" nel circuito (io all'ultimo piano ho sfiatato alcuni termosifoni anche 2 volte alla settimana per tutta la stagione); a mio avviso, il fatto di avere lasciato l'impianto a secco per così tanto tempo ha causato la produzione di questi gas come effetto di processi di corrosione. Solo dopo un paio di anni il problema dell'aria nei termosifoni è rientrato. L'impianto è stato successivamente pulito, non ricordo se prima del secondo o del terzo inverno, ma senza risultati.

Mi rendo conto che non potendo vedere direttamente l'impianto sia difficile proporre delle soluzioni, tuttavia qualsiasi idea e suggerimento, non solo per risolvere il problema ma anche per capirne le origini, è benvenuta.
Grazie
 
Indietro
Top