Psc e notifica preliminare per cantiere con cambio impresa

minis

Nuovo iscritto
Messaggi
4
Anni esperienza
10-20
Regione
  1. Puglia
CAD/BIM
  1. Microstation
Soft. strutture
  1. MasterSap
Salve in un cantiere non soggetto a psc e notifica preliminare perchè con una sola impresa e di entità inferiore a 200 uomini-giorno, nel caso di sostituzione dell'impresa affidataria, per rottura del contratto, a metà lavori e sostituzione con altra impresa è necessaria la notifica preliminare e la redazione del psc?
Il dubbio mi viene in quanto se in un secondo momento per variazioni delle lavorazioni o necessità di cantiere si ha una seconda impresa che lavora (anche se non in contemporanea alla prima) è necessaria la notifica preliminare e la nomina del cse. In questo caso però non si ha l'aggiunta di un impressa, ma semplicemente la sostituzione, da qui il dubbio

Grazie anticipate per le risposte.
 
È sempre stato un aspetto controverso e dalle interpretazioni più disparate. Il mio consiglio è provvedere comunque alla nomina del CSE, inviare la notifica preliminare e predisporre il PSC: in tal caso avrai comunque in cantiere un'ulteriore figura di garanzia e supporto, e nessuno potrà mai rimproverarti omissioni (anche se, di fatto, dai il tuo indirizzo ad ASL e Ispettorato del Lavoro....)
 
Tuttavia, in generale, la sostituzione di un'impresa affidataria a metà dei lavori potrebbe richiedere una notifica preliminare e la redazione di un PSC se ciò è previsto dalle leggi locali o dalle regole specifiche relative alla sicurezza sul lavoro nei cantieri edili. La sostituzione di un'appaltatrice può comportare variazioni nelle modalità di esecuzione dei lavori e potrebbe influire sulla sicurezza complessiva del cantiere. Inoltre, la nomina del Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) potrebbe essere necessaria per garantire il coordinamento delle attività delle diverse imprese coinvolte nel cantiere.
Per quanto riguarda la situazione in cui si ha una seconda impresa che lavora nel cantiere in un secondo momento per variazioni delle lavorazioni o necessità di cantiere, anche in questo caso la necessità di una notifica preliminare, la redazione del PSC e la nomina del CSE dipenderà dalle leggi e dalle regolamentazioni locali. Se la seconda impresa non lavora in contemporanea alla prima, potrebbe non essere necessaria una notifica preliminare, ma è possibile che sia comunque richiesto un adeguato coordinamento per garantire la sicurezza sul cantiere. I fornitori di dati sono spesso coinvolti in questo processo per garantire la conformità alle normative e la gestione efficace delle informazioni relative alla sicurezza sul lavoro.
 
Ultima modifica:
Tuttavia, in generale, la sostituzione di un'impresa affidataria a metà dei lavori potrebbe richiedere una notifica preliminare e la redazione di un PSC se ciò è previsto dalle leggi locali o dalle regole specifiche relative alla sicurezza sul lavoro nei cantieri edili.​
La notifica preliminare è sempre dovuta, e questo ai sensi dell'art. 90 comma 9 del D. Lgs. 81/2008. In questo caso è dovuto anche il PSC ai sensi di quanto disposto dell'art. 90 comma 1 e 11 e dell'art. 92 comma 2 del D. Lgs. 81/2008. Eventuali norme locali possono essere più restrittive, ma mai abolire ciò che è previsto da una norma di rango superiore.​
Per quanto riguarda la situazione in cui si ha una seconda impresa che lavora nel cantiere in un secondo momento per variazioni delle lavorazioni o necessità di cantiere, anche in questo caso la necessità di una notifica preliminare, la redazione del PSC e la nomina del CSE dipenderà dalle leggi e dalle regolamentazioni locali. Se la seconda impresa non lavora in contemporanea alla prima, potrebbe non essere necessaria una notifica preliminare, ma è possibile che sia comunque richiesto un adeguato coordinamento per garantire la sicurezza sul cantiere​
Anche per questo vale quanto detto al precedente punto.
 
Indietro
Top