Relazione di calcolo e disegni con scritte in tedesco ed inglese

Ale321

Well-known member
Messaggi
805
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Ciao,
devo progettare la platea di fondazione a sostegno di un macchinario per la produzione di calcestruzzo realizzato in carpenteria metallica imbullonata prodotto e certificato in Germania.

Mi hanno dato una tavola scritta in tedesco ed inglese con le varie informazioni tecniche e con i carichi al piede dei pilastri metallici.

Visto che devo depositare io la pratica presso il comune (dovendo progettare le fondazioni in ca), ho chiesto loro una relazione tecnica a giustificazione dei carichi forniti (che vorrei allegare alla denuncia) e se potevano darmi almeno la tavola scritta in Italiano (che vorrei allegare alla denuncia).

Mi hanno risposto che non sono obbligati a fornire alcuna relazione e che sono il primo a fare queste richieste.

Cosa ne pensate? Le relazioni e tavole in Italia non vanno tutte scritte in Italiano?

Grazie
 
Non vedo particolari problemi.
La tua relazione sarà in italiano ma farai riferimento (ed allegherai) quanto da loro fornito (anche se in tedesco e inglese).
Alcuni dei software che utilizzo hanno l'output solo in inglese e non mi metto certo a tradurlo... nessuno mi ha mai contestato qualcosa.
Per un lavoro per nota società di e-commerce americana (per cui tutta la documentazione era bilingue) per errore è stata depositata la pratica in inglese e nessuno ha avuto da ridire ;)
 
Ciao Ale321, ciao a tutti.
Mi allaccio a questo post per presentare un problema che si può presentare con le relazioni di calcolo provenienti dall'estero.
Quando si collaudano manifestazioni con attrezzature provenienti dall'estero ci si pone il problema se accettare o meno le relazioni di calcolo eseguite con normativa non italiana.
Il problema non è tanto la lingua, quanto il fatto che quelle normative possono avere dei carichi differenti da quelli indicati dal DM 2018.
Se vi capita di collaudare un palco calcolato in America, scoprirete che il sovraccarico per i palchi non è 500 kg/m2 come da noi, ma è inferiore e, tra l'altro espresso in kips.
Se non ricordo male la conversione dava un valore intorno ai 380 kg/m2.
Ora il DM 2018 accetta i calcoli eseguiti con normative diverse purchè di comprovata validità ma dice anche che i livelli di sicurezza non devono essere inferiori a quelli del DM 2018.
Ora provate ad immaginare un concerto di Madonna il cui palco proviene dagli Stati Uniti, sofisticato, che contiene 3 ascensori appositamente studiati per lo spettacolo, che è stato montato in decine di paesi esteri senza problemi e che ora non viene collaudato da voi perchè il sovraccarico non è conforme al DM 2018.
Come se ne esce?
Un pò di suspence e poi indico la soluzione adottata (anche in altre occasioni).
Ciao
 
.. ciao.
Nel mio caso spero che il progetto e le relative verifiche, fatte in Germania, siano state fatte con gli eurocodici.

I venditori sono restii a fornire relazioni, disegni ecc... in quanto la ditta che vende e fornisce l' impianto, ovvero la struttura imbullonata in carpenteria metallica con le relative "macchine" si appella alla direttiva macchine sottolineando il fatto che la struttura è imbullonata e marcata CE
 
Ciao a tutti,
la relazione di calcolo e le Reazioni vincolari al piede sono state calcolate con le DIN tedesche.

Per poter dimensionare la platea sono costretto a chiedere le reazioni almeno con gli Eurocodici giusto?
Non posso utilizzare le reazioni calcolate con la DIN tedesche giusto?

Grazie
 
Dipende.
Se ti sono stati forniti anche i carichi non combinati (cioè le singole condizioni di carico: pesi propri, permanenti, variabili, eventuali azioni dinamiche, ecc.) puoi sempre ricombinartele tu utilizzando i coefficienti (psi e gamma) delle NTC.
Quando ho strutture (macchine, pensiline, ...) che gravano in qualche modo su quelle che progetto io pretendo sempre i carichi suddivisi per condizione di carico. Tanto poi è responsabilità mia progettare la struttura che le sostiene.
 
.. si, hai ragione.
Hanno riportato "service load level" con Gamma f=1 quindi credo abbiano utilizzato coefficienti unitari gamma.

Quindi carico i nodi della platea con la azioni fornite e facendo un'analisi statica considero gli inviluppi delle NTC18. E' corretto?
 
.. si, hai ragione.
Hanno riportato "service load level" con Gamma f=1 quindi credo abbiano utilizzato coefficienti unitari gamma.

Quindi carico i nodi della platea con la azioni fornite e facendo un'analisi statica considero gli inviluppi delle NTC18. E' corretto?
Sostanzialmente sì. Al limite attenzione ai tagli (ed eventuali momenti) che potrebbero assumere entrambi i segni.
Attenzione anche al fatto che potrebbero aver messo assieme carichi differenti (come permanenti e variabili) per cui, per poterli combinare correttamente, vanno suddivisi.
Sarebbe utile vedere se ti hanno fornito anche i valori allo ULS (il nostro SLU) e considerando che in Germania i gamma sono, rispettivamente, 1.35 ed 1.5 ricavare a ritroso i carichi suddivisi per tipologia.
 
Indietro
Top