Soppalco in legno

Ale321

Well-known member
Messaggi
809
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Ciao,
ho da realizzare un piccolo soppalco in legno.
Il piano di calpestio lo si vuole realizzare con un tavolato sp.2 cm in legno.
Per carichi accidentali di 200 Kg/mq (civile abitazione) che interasse devo considerare per l'appoggio di questo tavolato?
Pensavo di stare sui 80-90 cm... non dovrei avere alcun carico permanente strutt. e non strutturale.

Cosa ne pensate?

Grazie
 
Ciao Ale321.
Anche come esercizio prova a fare i conti considerando
- legno massiccio tipo C16
- carico permanente (ad esempio armadio con qualche libro) 200 kg/m2
- peso proprio tavolato 20 kg/m2
- interasse appoggi 1 m
- sezione da verificare cm 100*2
Se impari la procedura, poi, vivi di rendita.

Questa è la verifica secondo DM 2008 (il DM 2018 è uguale) da leggere e capire in ogni passaggio.
Ciao.

Verifica trave legno a flessione SLU secondo NTC 2008
Verifica trave di legno

Legno Massiccio C18 (UNI EN 338-2004)
Flessione fm,k = kg/cm2 180
Trazione parallela fibra ft,0,k = kg/cm2 110
Trazione perpendicolare fibra ft,90,k = kg/cm2 5
Compressione parallela fibra fc,0,k = kg/cm2 180
Compressione perpendicolare fibra fc,90,k = kg/cm2 22
Taglio fv,k = kg/cm2 20
Modulo elastico parallelo fibra medio E0,mean = kg/cm2 90000
Modulo elastico parallelo fibra E0,05 = kg/cm2 60000
Modulo elastico perpend. fibra medio E90,mean = kg/cm2 3000
Modulo di Taglio (medio) Gmean = kg/cm2 5600
Massa volumica Rk = kg/m3 320
Massa volumica media Rmean = kg/m3 380
Coefficiente sicurezza materiale GammaM = 1.5
Classe di Servizio Classe Servizio 1
Durata del carico Permanente
Larghezza sezione B = cm 100
Altezza sezione H = cm 2
Area sezione Area = cm2 200
Modulo resistenza y Wly = cm3 66.66
Modulo resistenza z Wlz = cm3 3333
Coefficiente di modello Kmod = 0.6

Resistenza flessione [4.4.1]
fm,d=Kmpd*fm,k/GammaM fm,d = kg/cm2 72
Resistenza di taglio [4.4.1]
fv,d=Kmod*fv,k/GammaM fv,d = kg/cm2 8

Carico
Permanenti 20 1 * 1.3 26
Variabili 200 1 * 1.5 300
-------- --------
SLE 220 kg/m2 SLU 326 kg/m

Lunghezza trave L1 = m 1
Pendenza p = % 0

Verifica Momento max positivo
Ascissa momento max positivo X = m 0.5
Momento flettente slu Mmax = kgm 40.75
Taglio slu Vd = kgm 0
Tensione flessione Smd=Mmax+/Wl Sm,d = kg/cm2 61.12 < 72 ok
Tensione taglio Svd=1,5*Vd/area Sv,d = kg/cm2 0 < 8 ok

Verifica Momento max negativo
Ascissa momento max negativo X = m
Momento flettente slu Mmax = kgm 0
Taglio slu Vd = kg 163
Tensione flessione Smd=Mmax+/Wl Sm,d = kg/cm2 0 < 72 ok
Tensione taglio Svd=1,5*Vd/area Sv,d = kg/cm2 1.22 < 8 ok
 
in genere nel legno sono le verifiche di deformabilità quelle dimensionanti, ad occhio per un tavolato di 2 cm direi interasse max 50 cm;
può però essere utile il fatto che con la loro lunghezza usuale (4 metri) le tavole coprono vari interassi e quindi lo schema è quello di trave continua
 
Ultima modifica:
Dipende dai carichi. Dei permanenti li avrai, qualche mobile, degli scatoloni accatastati con i vasetti di sugo, qualcosa.

Il tavolato puoi verificarlo come i solai laterocementizi, o considerando una trave di sezione pari alla larghezza del listello e di spessore 2cm, oppure dato che è soggetto a flessione semplice puoi analizzare pure una fascia di 1m di base e 2cm di spessore.

A favore di sicurezza lo consideri in semplice appoggio (in genere per i solai e le coperture non è mai il tavolato quello che forza il passo delle secondarie) oppure in questo caso dove non hai nessun pacchetto architettonico sopra il tavolato, consideralo in schema di trave continua e si verifica come una trave in legno, quindi resistenza e deformabilità.

Occhio alla durata del carico nelle varie combinazioni e alle deformazioni viscose.

Comunque in genere come han scritto sopra, il legno, come l'acciaio (hanno un rapporto "peso/potenza" simile come strutture realizzabili) è governato dalla deformabilità e soprattutto dalle connessioni
 
Grazie
... Che valore di deformazione massima occorre considerare nelle verifiche a SLE?
 
non ho visto le nuove normative (troppi k, kmod, kdef e compagnia bella, poi anche gli eurocodici complicano il problema con le vibrazioni ecc.);

ho visto un esercizio su un solaio in legno nel libro di Laura Bussi, "Analisi della sicurezza degli edifici storici", ed. De Lettera,
verifica di deformabilità soddisfatta se f < L/300;

(anche in questo caso è importante lo schema strutturale che si può avere, se campata singola appoggiata f=5/384*q*L^4/EJ, se al limite incastrata f=1/384 ..., prima e ultima campata di una trave continua una media, 3/384* ...);
da non dimenticare che il legno, essendo composto da fibre accostate, con bassa resistenza a compressione, se una volta una parte di queste fibre si è compressa e instabilizzata, poi invertendo le sollecitazioni le cose cambiano di molto
 
Pensavo ad una cosa del genere....
Il tavolato lo farei di 4 cm. Due sono troppo pochi.
Cosa ne pensate?

Grazie
Immagine.png
 
Così forse e' meglio...

Immagine.png
 
Direi che come schema non ha grossi problemi. Il problema sarà più realizzare il profilo calandrato per il pezzo curvo. Occhio alle verifiche locali degli ancoraggi su quel pezzo curvo.

E poi più che l'asta in sé, per il legno controlla bene i collegamenti (come per l'acciaio, Every foolish can design a beam, only an engineer can design a connection)

Il tavolato lo prevedi da 4cm per ragioni di carico/deformabilità? Occhio che un tavolato singolo anche se da 4cm non fa piano rigido come se fosse una cappa da 4cm
 
Alla fine il tavolato lo faccio da 3 cm in legno massiccio C14 per verifica carico e deformabilita'
Alla fine penso di procedere così:1.png2.png3.png

Suggerimenti? Correzioni? Idee?

Grazie
 
Indietro
Top