Un aiuto su come procedere per eseguire una ristrutturazione

iFede

Well-known member
Messaggi
71
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Lombardia
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. MasterSap
Ciao a tutti,

Vorrei ristrutturare un’abitazione di 100 m^2 circa e questi sono gli interventi che vorrei fare:

Isolamento del tetto;

Tinteggiare le pareti;

Insonorizzare una parete (è una villetta a schiera);

Rifare un bagno;

Aggiungere una doccia nel secondo bagno;

Abbattere un tramezzo tra cucina e sala;

Piastrellare tutta l’abitazione (pensavo di incollare sopra le piastrelle esistenti un prodotto nuovo);

Cambiare i serramenti;

Arredare tutta la casa.


Il cappotto esterno non lo posso mettere e quello interno non mi convince, non vorrei neppure spendere troppo.

Sono indeciso se chiamare un’impresa oppure far fare tutto ad un muratore che conosco e che con 20 €/ora mi farebbe tutto quanto. ...

A presto e grazie a chi vuole partecipare
 
Ultima modifica da un moderatore:
Ciao 1Fede
Spero che non ti offendi per una modifica che ho fatto alla tua discussione.
Ho cancellato un pezzo di frase.
E' importante ricordare che il forum è leggibile da chiunque e non tutti sono colleghi.
Ho lasciato comunque la restante parte del post.
In ogni modo i lavori vanno segnalati ed autorizzati dal Comune dove occorre comunicare i dati dell'Impresa.
Non so se è possibile fare alcuni lavori in proprio (penso di sì) ma non sono afferrato in materia.
Ciao.
 
Ultima modifica:
Ciao a tutti,

Vorrei ristrutturare un’abitazione di 100 m^2 circa e questi sono gli interventi che vorrei fare:

Isolamento del tetto;

Tinteggiare le pareti;

Insonorizzare una parete (è una villetta a schiera);

Rifare un bagno;

Aggiungere una doccia nel secondo bagno;

Abbattere un tramezzo tra cucina e sala;

Piastrellare tutta l’abitazione (pensavo di incollare sopra le piastrelle esistenti un prodotto nuovo);

Cambiare i serramenti;

Arredare tutta la casa.


Il cappotto esterno non lo posso mettere e quello interno non mi convince, non vorrei neppure spendere troppo.

Sono indeciso se chiamare un’impresa oppure far fare tutto ad un muratore che conosco e che con 20 €/ora mi farebbe tutto quanto. ...

A presto e grazie a chi vuole partecipare
... io eviterei di far fare i lavori in economia.

Preferirei definire prima gli interventi da fare ed i materiali e farmi fare un preventivo a corpo eventualmente integrato durante il proseguo dei lavori...
 
Ciao 1Fede
Spero che non ti offendi per una modifica che ho fatto alla tua discussione.
Ho cancellato un pezzo di frase.
E' importante ricordare che il forum è leggibile da chiunque e non tutti sono colleghi.
Ho lasciato comunque la restante parte del post.
In ogni modo i lavori vanno segnalati ed autorizzati dal Comune dove occorre comunicare i dati dell'Impresa.
Non so se è possibile fare alcuni lavori in proprio (penso di sì) ma non sono afferrato in materia.
Ciao.
Ferrato non afferrato !!!
 
Pagare a ore porta chiunque a prendersela comoda,ne ho esperienza. Si paga a misura tutto quello che si può,a tempo se impossibile avere misure di riferimento.
 
Prima di tutto grazie infinite per la vostra presenza.

Per i lavori interni non credo serva comunicare nulla al comune, non modifico nessun tramezzo.

Vi faccio una serie di domande:

Serramenti
1) Meglio acquistarli montati oppure da montare? C'è molto risparmio? Quali aziende consigliate? Aziende famigerate oppure artigiani locali?

Impianti idraulici
2) In una casa vicina, anni fa, sono stati fatti dei lavori e in quella occasione ho visto le tubazioni idrauliche installate. Ci sono tubi in ferro ma in ottimo stato, pensavo di non cambiarli. Cosa ne pensate?

Impianti elettrici
3) Pensavo di aggiungere dei cavi e di sostituire quelli esistenti oltre ai frutti tanto la spesa, rispetto a tutto il resto, non incide di molto (sto ipotizzando). Cosa ne pensate?

Piastrelle
4) Pensavo di incollare le nuove piastrelle su quelle esistenti. Per evitare i salti in prossimità delle scale pensavo di modificare la prima alzata. Il muratore mi ha detto che sulle scale c'è del travertino e che si riesce a trovare. Le scale pensavo di non modificarle e di cambiare solo la ringhiera che è orrenda o di abbellirla in qualche modo.

Coibentazione termica
5) Pensavo di ricoprire il sottotetto e di non fare il cappotto interno o esterno ma l'insufflaggio che risulta essere molto economico. Cosa ne pensate? Il cappotto esterno non lo posso fare per una questione di estetica, ci sono tutte case con mattoni a vista, tutte uguali.

Bonus
6) Tralasciando il lavoro, per quanto riguarda il materiale posso usare qualche bonus?

Arredo
7) Prima di chiamare l'elettricista conviene pensare all'arredo, giusto?
 
1. Basta farsi fare alcuni preventivi,spesso gli artigiani non fanno che rivendere infissi fatti da grandi aziende,soprattutto se a taglio termico e con vetri con trasmittanza certificata.
2. Cambiare i tubi permette di coibentare quelli di acqua calda,cosa non secondaria
3. ti costa tanto quanto un impianto nuovo,perchè si cambia tutto. Controllare messa a terra, a volte assente.
4. soluzione economica molto usata,ma il primo gradino diverso è brutto a vedersi e a usarsi. Ci sono gradini con alzate prefabbricati da sovrapporre forniti nelle misure volute.
5. meglio di prima sicuro
6. Ecobonus se migliori di 2 categorie l'APE,+ristrutturazione al 50%
7. sarebbe meglio, se non si vogliono interferenze coi mobili
 
Per accedere all'Ecobonus e alla ristrutturazione 50% cosa bisogna fare di preciso? Quali documenti? Basta una relazione energetica prima e dopo l'intervento? Il termotecnico mi prende solo per quello 1000 euro.
 
Per accedere all'Ecobonus e alla ristrutturazione 50% bisogna produrre un sacco di carta così la domanda che vi faccio è la seguente: si risparmia davvero alla fine della fiera?

Per usufruire dell’Ecobonus 65% 2023 serve:
1
.asseverazione del tecnico abilitato (in casi specifici può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore)
2.A.P.E. che attesti la prestazione energetica dell’edificio
3.visto di conformità (per interventi superiori ai 10.000 €)
4.relazione energetica.

Per il bonus ristrutturazioni 2023 occorre esibire:
1
.le abilitazioni amministrative in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori). Se queste abilitazioni non sono previste è sufficiente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui deve essere indicata la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili;
2.domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti;
3.ricevute di pagamento dell’IMU, se dovuta;
4.delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali;
5.in caso di lavori effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi, dichiarazione di consenso del possessore all’esecuzione dei lavori;
6.comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori da inviare all’Azienda Sanitaria Locale. Va inviata prima di iniziare i lavori, con una comunicazione con raccomandata A/R, tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla ASL;
7.fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute;
8.ricevute dei bonifici di pagamento.
 
Ci sono 3 modi. Primo fai i lavori coi tuoi soldi pagando con bonifico e presentando domanda alla A.E. che prevede istanze ad hoc. Il commercialista sa tutto. Lo sconto arriva diluito in 10 anni sulla dichiarazione redditi come rimborso. Secondo,trova qualcuno che si sostituisca a te cedendogli il credito ( banca). La banca esamina il computo metrico,accetta il credito e fa domanda alla A.E. al tuo posto dandoti la somma a stato d'avanzamento o in unica soluzione alla fine lavori. Siccome non è una benefattrice anziché il 50% ti darà il 40% e su tale somma vorrà pure gli interessi. Alla fine vedrai il 35% però in tempi brevi se ti dai una mossa sui lavori. Terzo metodo trovare una impresa o più che ti fanno pagare il 50% e poi se la vedono loro con lo Stato. Allo stato attuale il 3° metodo è inapplicabile,le imprese che lo hanno fatto sono indebitate e le altre non lo fanno,a meno che non raddoppino la cifra e ti fanno il finto sconto del 50%.vale a dire paghi normale e loro possono aspettare di incassare anche anni un 50% che è un furto. Il 2° è difficile trovare oggi la banca disposta perché nonostante le rapine lo Stato non ha trasferito tutti i fondi richiesti. Il primo è l'unico che funziona,investi i tuoi soldi e hai un ritorno non indifferente. Se non li hai devi scegliere quale rapina è meno dolorosa tra 2° e 3°.
 
Segnalo inoltre che attualmente le pratiche nuove non possono usufruire dello sconto in fattura o cessione credito
 
Hanno eliminarlo le 2 rapine? Benissimo,non ho letto le ultime preferisco fare altro.
 
Grazie mille, che forum magnifico! In comune quali documenti devo presentare? Una CILA? Posso compilare il documento come privato oppure no?
 
Indietro
Top