Verifica tirafondi di piastra di collegamento pilastri HEA120 con platea

Ale321

Well-known member
Messaggi
799
Professione
  1. Lib. prof.
Anni esperienza
2-5
Regione
  1. Piemonte
CAD/BIM
  1. Autocad
Soft. strutture
  1. Travilog
Ciao,
sto verificando la piastra di collegamento tra un pilastro HEA 120 e la platea di fondazione di una piccola tettoia in carpenteria metallica.
Come faccio a calcolare le sollecitazioni N e T sui tirafondi per poi verificare con il programma dell'Hilty?

Se ben ricordo Betoniera mi aveva detto di creare una sezione in CA (di grandezza pari alla piastra) con armatura corrispondente ai tirafondi e caricarla con le sollecitazioni del pilastro,

L'ho fatto (immagine a seguire) ma ora come faccio a vedere gli sforzi di ogni singola barra (tirafondo)?

Grazie mille


1686600573155.png
 
È travilog della logical soft.
Provo con vcaslu di gelfi

grazie
 
Ciao Ale321.
la tua è una pressoflessione deviata.
Quindi occorre un programma che metta le armature nella posizione esatta.
Gelfi raccoglie le armature al centro. Non ricordo se la sezione importata per punti consente di inserire le armature nella posizione esatta.
In ogni modo Travilog ha senz'altro il programma di verifica delle sezioni che deve essere usato alle tensioni (non agli SL)
I bulloni sono troppo vicini alla colonna.
Riporto la verifica in pressoflessione deviata con un mio vecchio programma ipotizzando 2 d16 alla distanza di 5 cm dal bordo
Ciao
Verifica Pressoflessione.jpg
 
Grazie...
ho messo i bulloni vicino al pilastro perche' dal programma dell'Hilty i bulloni devo avere almeno 65 mm di distanza dal bordo della platea.

Quindi il singolo tirafondo, per la verifica con il fogli excel dell'Hilty, sarebbe soggetto a:

N=47 Kg/cmq x Area 1 ferro diam.16 = 47 x 2 = 94 Kg
T= Taglio totale / nr. tirafondi = 35 / 4 = 9Kg

E' corretto?

Grazie
 
ho messo i bulloni vicino al pilastro perche' dal programma dell'Hilty i bulloni devo avere almeno 65 mm di distanza dal bordo della platea.
Ovviamente parliamo di bordo Calcestruzzo non di bordo piastra di base. Si suppone che la platea sporga un pò dalla piastra di base.
La nuova resina Hilti HIT-RE 500 V4 prescrive delle distanze inferiori al bordo.
Più precisamente mm 55 per d12, mm 65 per d16, mm 90 per d20.
Ciao.
 
x Betoniera
in VcaSLU l'input per coordinate vale anche per i singoli ferri
 
perdonate la curiosità

se mi infilo qui

non ho capito quale procedimento sta utilizzando, io di solito dal calcolo generale ho quanto scarica il pilastro ed in base al vincolo che ho impostato progetto la piastra e i tirafondi

perché deve modellarsi un finto plinto con armatura ecc,

presumo che qlc software hilti o meno dato N, V, M tiri fuori le sollecitazioni ecc ecc
 
Si in effetti qualsiasi Hilti o Fischer tira fuori le azioni sui tirafondi tesi e li verifica.
 
Oppure tirare fuori le trazioni sui tirafondi con il sistema della sezione armata e poi confrontare questo valore con le tabelle di resistenza del tirafondo, ma in questo modo si perdono tutte le riduzioni dovute a interassi dei tirafondi, distanze dai bordi, etc...
 
adesso mi scarico il programmino della fisher... la hilty se lo fa pagare
 
Indietro
Top